ALLA VOGLIA DI CREDERCI, AL CORAGGIO DI PROVARCI, ALLA FORZA DI RIUSCIRCI
ALLA VOGLIA DI CREDERCI, AL CORAGGIO DI PROVARCI, ALLA FORZA DI RIUSCIRCI
English version

Per domande o richieste:

Mob. +39 373 7220113

oppure compilate il
modulo online

Dona il tuo 5 x 1000 a Di.Di.!

CF. 92055310467

News

In questa sezione potrete trovare tutti gli appuntamenti dove sarà presente l'Associazione. Venite a trovarci, vi aspettiamo!

 

Di.Di. - Diffidate dalle imitazioni

Cari amici, abbiamo ricevuto segnalazioni che alcune persone / associazioni organizzano attività proprie rivolte a persone disabili, partecipano ad eventi e raccolte fondi utilizzando il nome di Di.Di. Diversamente Disabili, ma che in realtà con noi non hanno nulla a che fare.

Vi ricordiamo che tutte le attività, raccolte fondi o eventi ufficiali Di.Di. sono pubblicizzati qui sul nostro sito o sulla nostra pagina ufficiale facebook www.facebook.com/DiversamenteDisabili, è che l'unica email valida per contattarci e avere una qualsiasi informazione è diversamentedisabili@gmail.com o attraverso il modulo contatti online disponibile su questo sito.

I nostri partner sono solo quelli riportati sul sito, QUI

Per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci!

Giovedì 26 maggio DD/FIMPAR al FORUM PA 2016!

Giovedì 26 maggio DD Diversamente Disabili e FIMPAR - Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico ospiti al Forum PA 2016 per il Seminario organizzato dal Centro Protesi Inail "SPORT E DISABILITA':SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER PROTESI E AUSILI".
Un altro traguardo importante per l'affermazione di questa nuova disciplina per gli appassionati DD delle 2 ruote, un grandissimo riconoscimento per il lavoro che stiamo portando avanti! Grazie a tutti!

I prossimi appuntamenti dei DD!

Cari amici, 

vi segnaliamo i nostri prossimi appuntamenti dove potete trovarci.

- 18/21 maggio, Exposanità (Bologna). Alcuni di noi saranno presenti alla fiera di settore più importante dell'anno.

Venerdì 20 Emiliano Malagoli sarà a vostra disposizione per dare tutte le informazioni sulle attività dei DD, allo stand del Centro Protesi INAIL Budrio (Padiglione 22/Stand B60) con la moto multiadattata usata per gli esami della Patente AS.

Venerdì 20 e Sabato 21 Nicola Dutto sarà allo stand del nostro partner Handytech (Padiglione 19/Stand B10) per dare informazioni su tutti gli adattamenti delle moto. La sua moto adattata sarà in esposizione allo stand per tutto il periodo della fiera.

- 22 maggio (Trivolzo, Pavia): saremo ospiti dell'evento "Hobby Sport FMI & Demo Ride Day", una giornata organizzata dal Motoclub Ticino per far provare gratuitamente l'abbigliamento tecnico e i nuovi modelli di gamma di alcune case (BMW, Suzuki, Kawasaki, Honda, Guzzi, Benelli, Moto Morini).

- 26 maggio (Palazzo dei Congressi, Roma): DD Diversamente Disabili e FIMPAR - Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico ospiti all'importante Forum PA 2016 per il Seminario organizzato dal Centro Protesi Inail "SPORT E DISABILITA':SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER PROTESI E AUSILI".

- Sabato 28 e domenica 29 maggio (La Spezia): BBK DAYS, un motoincontro per far conoscere ai ragazzi disabili le due ruote.  Il ricavato sarà devoluto in beneficenza per acquisto di materiali per il Centro per l'autismo e la neuropsichiatria infantile della ASL 5 Spezzina. DD sarà presente per fornire informazioni per chi ha una disabilità e vuole risalire in sella.

- Dal 10 al 12 giugno (Vallelunga, Campagnano di Roma) (*): 1° appuntamento di stagione per il DD Bridgestone Cup, il Trofeo nazionale organizzato dalla nostra Onlus riservato a piloti disabili. Nel weekend, verranno alcuni bambini del reparto di oncologia dell'Ospedale Bambin Gesù di Roma per vivere un weekend di sport e sfide accanto ai piloti DD

- 18/19 giugno (Misano Adriatico): una delegazione dei DD sarà presente alla tappa italiana del Mondiale Superbike

- 30 giugno, 1, 2 e 3 luglio (Stelvio): saremo al Motoraduno Internazionale dello Stelvio, con uno stand informativo e le nostre moto adattate in esposizione.

- luglio: data da definire (Tazio Nuvolari, Pavia): saremo nuovamente al circuito Tazio Nuvolari di Pavia per il 3° appuntamento con i corsi di guida da noi organizzati "Learn & Try", dedicati a ragazzi disabili a cui forniremo moto adattate e abbigliamento tecnico. Per info: corsi@diversamentedisabili.it

- luglio: data da definire (Roma): altra sessione di corsi ed esami per l'ottenimento delle Patenti AS. Per info e iscrizioni: patentias@gmail.com

- 5/6 agosto (Red Bull Ring, Austria)  (*): il 3° appuntamento con la Dream World Bridgestone Cup, la gara internazionale riservata a piloti disabili di nostra ideazione. Attendiamo piloti da Finlandia, Francia, Inghilterra, Nuova Zelanda, Colombia e Australia. Per info e iscrizioni: dreamcup@diversamentedisabili.it

- dal 26 al 28 agosto (Mugello) (*): il 2° appuntamento nazionale di stagione per il DD Bridgestone Cup, il Trofeo organizzato dalla nostra Onlus riservato a piloti disabili.

 
Infine, gli appuntamenti con Never Give Up, il programma ideato e condotto da noi in onda su AutomotoTV (canale 148 di Sky) o in streaming su automototv.it (stessi orari) per parlare di due ruote e disabilità. Questa la programmazione settimanale:

Mercoledì ore 20.00
Giovedì  ore 20.30
Venerdì ore 17.30
Sabato ore 19.30
Domenica ore 03.30
Lunedì ore 14.00
Martedì ore 09.00

Un nuovo canale tutto per voi!

Carissimi amici, abbiamo aperto un nuovo canale qui sul nostro sito!

In "TV" potrete infatti trovare le repliche delle puntate di "Never Give Up", il format televisivo in onda su Automototv (canale 148 di Sky), ideato e condotto interamente da noi per parlare di sport, disabilità e due ruote!

Tanti ospiti speciali, per ogni puntata un approfondimento diverso. Buona visione!

Dona il tuo 5x1000 a DD!

Un piccolo gesto, un grande aiuto per noi!

Siamo nel periodo delle dichiarazione dei redditi, e puoi indicare Di.Di. Diversamente Disabili come beneficiario del tuo 5 x 1000

Nello spazio dedicato al sostegno del volontariato, basterà inserire il nostro Codice Fiscale 92055310467

Non costa nulla, ma per noi è un contributo fondamentale per portare avanti tutte le nostre attività dedicate ai ragazzi disabili.

Ci dai una mano anche tu?? Grazie mille in anticipo!!

Rimandato il 1° appuntamento con i Corsi di Guida "Learn and Try" al 27 aprile

Cari amici, nonostante le innumerevoli danze del sole di questi giorni, il meteo per venerdì 8 aprile non sembra dei migliori.
Pertanto, in accordo con il Circuito Tazio Nuvolari che si è dimostrato super-professionale, abbiamo rimandato il primo appuntamento dei Corsi di Guida "Learn&Try" a mercoledì 27 aprile.
Il format rimane uguale: giornata intera, in esclusiva per gli allievi iscritti, con possibilità di noleggio moto adattate e abbigliamento tecnico. In più 3 ore di prove libere per chi volesse fare solo quelle.
Rimane invece confermato il secondo appuntamento per venerdì 6 maggio.
Alcuni posti potrebbero liberarsi, pertanto chi è interessato a partecipare può scriverci a: corsi@diversamentedisabili.it

Estratto il biglietto vincitore dei 2 pass paddock per la SBK di Misano

Durante il DD Day è avvenuta l'estrazione del biglietto vincente i 2 pass paddock per la SBK di Misano del 19 giugno, offerti dall'Althea BMW Racing Team.

Il numero vincente è il 237, vinto da Francesca che ha acquistato il biglietto durante la manifestazione...congratulazioni!!!

La lotteria è servita a finanziare le attività della Onlus DD, grazie a tutti per aver partecipato!

DD Day: ti portiamo in moto con noi!

Hai una disabilità? Ti portiamo in moto con noi!

Il DD Day, giunta alla 2° edizione, è la giornata di solidarietà organizzata dalla Onlus DD in collaborazione con il Motoclub Scoordinati per dare ai ragazzi disabili la possibilità di provare gratuitamente l'ebrezza della velocità e della pista!

Il 28 marzo, lunedì di pasquetta, all'Autodromo di Vallelunga ci sarà una grande festa!

Cosa aspetti? Leggi il programma della giorna e iscriviti subito!

Ti aspettiamo!

"Never Give Up", il nuovo format made DD, ora in onda su AutomotoTV!

Un altro bel traguardo per i DD!

A partire da mercoledì 16 marzo, andrà in onda sul grande schermo "Never Give Up", un nuovo format televisivo ideato da noi!

Never Give Up”, ossia “mai mollare”, nello sport come nella vita, ed è il motto della nostra Onlus che ha proposto per la prima volta in Italia una nuova realtà dedicata al binomio due ruote/disabilità.

Il programma è studiato per offrire informazioni, idee, soluzioni a chi vuole tornare a guidare in moto per semplice passione o per facilitare i propri spostamenti. Le due ruote diventano un mezzo per un recupero della mobilità personale, ma anche di reintegro sociale ed emotivo.

Un percorso psicologicamente e logisticamente non sempre facile, che in Italia fino ad ora non è mai stato affrontato: un approfondimento tra sport, gare, corsi di guida, patenti speciali, adattamenti, normative per tornare a inseguire i propri sogni.

In studio, Annalisa Minetti e Chiara Valentini vi faranno conoscere esperienze di vita e di sport che la passione ha trasformato in storie speciali.

"Never Give Up", prodotto da A&M Media Division e in onda su AutomotoTV (canale 148 di Sky) e in streaming su www.automototv.it, vi accompagnerà ogni 2 settimane con nuove puntate e tantissime repliche!

Se volete seguire tutti gli aggiornamenti, ecco la pagina FB del programma: https://www.facebook.com/nevergiveuptv/

Vi aspettiamo in TV e...scriveteci!!!

 

Tutti al Motodays 2016!!!

Anche per quest'anno DD sarà all'edizione romana di Motodays, che andrà in scena dal 3 al 6 marzo nella Nuova Fiera Roma.

Ci potete trovare al Padiglione 4, al bilico di IdealGomme/Bridgestone.

Sabato 5 marzo poi, la conferenza stampa di presentazione delle attività DD 2016 (sul palco del Pad. 3, ore 12.30).

Vi aspettiamo, non mancate!!!

2° appuntamento con i Corsi di guida "Learn and Try" - 6 maggio

SAVE THE DATE!
Viste le numerose rischieste e il SOLD OUT della prima data, abbiamo organizzato una seconda giornata di Corsi di Guida "Learn & Try" per venerdì 6 maggio, sempre sul circuito Tazio Nuvolari di Cervesina (Pavia). Stessa formula: possibilità di noleggiare moto adattate, anche per paraplegici, e abbigliamento tecnico. E pista in esclusiva!

Questa volta non fartelo scappare!

Per informazioni e iscrizioni: corsi@diversamentedisabili.it

Online tutte le informazioni per la Di.Di. Cup 2016

Nella sezione RACING del sito abbiamo aggiornato le informazioni per partecipare al Di.Di.Cup 2016, il campionato riservato a piloti disabili. A breve vi daremo anche le informazioni per la Dream World Bridgestone Cup, l'unica appuntamento internazionale al mondo dedicato a chi ha la passione dentro!

Vi aspettiamo!

"Learn and Try": ad aprile i corsi di guida

Sold Out la prima data dei Corsi di Guida "Learn & Try" dell'8 aprile.

Stiamo programmando un'altra giornata di corso per maggio sempre al Tazio Nuvolari, a breve vi daremo tutte le informazioni. Se siete interessati scrivete a corsi@diversamentedisabili.it

Per iniziare bene l'anno...il video della Dream World Bridgestone Cup!

Ci abbiamo messo un pò ma finalmente....è online il video della 2° edizione della Dream World Bridgestone Cup, la gara internazionale riservata a piloti disabili che si è disputata il 7 giugno 2015 all'autodromo di Vallelunga!

Un successo strabiliante che ha conquistato non solo il pubblico accorso ad assistere all’unica gara al mondo per piloti disabili, ma anche gli addetti ai lavori che sono rimasti colpiti dalla grinta e dal coraggio di questi ragazzi speciali. Numerose le presenze dall'estero:  il Team “Pirates of MRH45” composto dai francesi Arnauld Guignebert su Honda CB500, Benjamin Saglio su Ducati Hypermotard 1100 e Marc Bisancon su Yamaha R6, e il campionissimo Sthepane Paulus con la sua Suzuki GSX R 1000. Dalla Nuova Zelanda Paul Garret su Triumph Daytona 675 e infine Talan Skeels – Piggins dall’Inghilterra con la sua Suzuki GSXR 600.

Un evento straordinario...in attesa dell'edizione 2016 godetevi questo VIDEO!

Corsi 2016 per Patente A Speciale

Iniziano a marzo i primi corsi 2016 per l'ottenimento della Patente A Speciale. Ultimi posti disponibili, per info e prenotazioni: patentias@gmail.com

EMILIANO MALAGOLI SUPPORTATO DA ALTHEA RACING PER LA STAGIONE 2016

Il Presidente della Di.Di. Emiliano Malagoli riceve la completa fiducia del Team Althea Racing che gli garantirà un supporto ufficiale per la stagione agonistica 2016: una BMW S1000RR in configurazione Superstock per gareggiare in Italia e in Europa.

Il cast di questa storia è composto da un manager di grandi vedute (Genesio Bevilacqua ) a capo di un Team di successo (Althea Racing, campione del mondo nel 2011) che “ingaggia” ufficialmente per la stagione 2016 un pilota bionico (Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili): non è la trama di un nuovo film di fantascienza in uscita nelle sale cinematografiche americane, bensì una solida realtà italiana dei giorni nostri.

Bevilacqua, che ha da poco ufficializzato per il 2016 la collaborazione di Althea Racing con BMW Motorrad Motorsport nel Mondiale Superbike e FIM Superstock 1000, è noto nell’ambiente per la sua smodata passione per i motori che gli ha permesso, mattone dopo mattone (o mattonella dopo mattonella visto che il marchio Althea si occupa di ceramiche), di arrivare ai vertici di questo sport e della propria avventura imprenditoriale.

Il manager ha ritrovato questa stessa passione nell’ambizioso progetto della Onlus Di.Di. fondata dal toscano Malagoli e Chiara Valentini che ha come mission la volontà di aiutare i ragazzi disabili a tornare in moto: Bevilacqua ha offerto sin dall’inizio il proprio supporto a questo gruppo di piloti “bionici”. E grazie ai traguardi sempre più concreti raggiunti dai Di.Di. in questi anni (in occasione di EICMA hanno presentato la FIMPAR – Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico), la compagine di Civita Castellana ha deciso di aumentare il proprio impegno e offrire un trattamento da “ufficiale” al pilota toscano, fornendo una BMW S1000RR con la stessa configurazione che sarà utilizzata nel campionato del mondo Superstock 1000.

La collaborazione di Althea Racing andrà oltre la semplice fornitura della moto, poiché la struttura del Team sarà presente a supporto di Emiliano in alcune tappe del calendario sportivo Di.Di. 2016.

Sono ancora incredulo”, le prime parole cariche di soddisfazione e gratitudine di Malagoli. “Sono onorato di aver ricevuto questa fantastica opportunità da Genesio e Althea Racing, un Team ai vertici del campionato mondiale che oggi ha scelto di affiancare ufficialmente Di.Di. attraverso me. E’ una grande responsabilità portare i colori di Althea e BMW Motorsport Motorrad, ma anche l’ennesima dimostrazione che, con impegno e passione, si possono raggiungere traguardi impensabili, anche da disabili. Spero che questa iniziativa apra la strada a nuove opportunità e sia di stimolo per tutti gli appassionati di questo sport a credere nel proprio sogno”.

Altrettanta soddisfazione da parte del manager Bevilacqua, da poco rientrato dai test di Jerez: “Considero Emiliano come un pilota qualsiasi, a prescindere dalla sua invalidità. In questi anni di collaborazione abbiamo avuto modo di apprezzare tutta la passione che mette in Di.Di. e che ci ha colpito molto. Purtroppo non siamo presenti quanto vorremmo agli eventi che organizza, ma vogliamo far sentire il nostro supporto facendo diventare il Team Althea un punto di riferimento. Per lui, per far accrescere la sua esperienza agonistica, ma anche per gli altri, coinvolgendo sempre più persone in questo progetto sportivo di altissimo valore umano, che non riguarda solo noi “addetti ai lavori”.

Mi auguro che altri possano seguire il nostro esempio e offrire il proprio sostegno, qualsiasi esso sia. Noi ci impegneremo affinché la Onlus, la FIMPAR e tutte le attività ad esse collegate possano diventare delle realtà sempre più conosciute, anche all’estero, dove tra l’altro hanno già un seguito importante”.

Dopo Automobile Club Roma, Centro di Guida Sicura Aci-Sara di Vallelunga, Bridgestone e Premier si unisce a Di.Di. un’altra partnership ufficiale.

Il 14 dicembre il Team Althea al completo sarà presente a Vallelunga per gli ultimi test dell’anno. Emiliano dovrà aspettare ancora qualche settimana prima di potersi cucire addosso la sua moto, ma già nella giornata del 30 novembre, sempre a Vallelunga, c’è stata una prima presa di contatto con la BMW S1000RR.

Jeeg Robot d'acciaio

"Questo film lo dedichiamo ai folli, agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Costoro non amano le regole, specie i regolamenti, e non hanno alcun rispetto per lo status quo.

Potete citarli, essere in disaccordo con loro, potete glorificarli o denigrarli, ma l'unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perché riescono a cambiare le cose, perché fanno progredire l'umanità.

E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, noi ne vediamo il genio. Perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero".

Grazie ad Ability Channel, qui il servizio completo:

http://www.abilitychannel.tv/video/emiliano-malagoli-il-jeeg-robot-dacciaio/

Comunicato Stampa, 18 novembre 2015

Presentata oggi in EICMA la “FIMPAR – Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico” e i programmi 2016 della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili

Nella conferenza stampa di oggi, mercoledì 18 novembre, presso lo stand di Bridgestone Italia, il Presidente della Onlus Di.Di. Emiliano Malagoli ha annunciato importanti progetti che animeranno il futuro dell’Associazione.

Le ambizioni dei Di.Di., che registra un costante aumento del movimento di ragazzi disabili appassionati alle due ruote, sono sempre più elevate e un emozionato Malagoli  ha annunciato numerose novità alla presenza di amici e testimonial, potendo contare anche sulla presenza della madrina dell’associazione Annalisa Minetti.

L’inconfondibile voce di Giovanni di Pillo ha aperto la conferenza salutando i tanti ospiti presenti, da Lucio Cecchinello, Dario Marchetti, ed ai piloti Niccolò Canepa e un convalescente Alex De Angelis, che non ha voluto rinunciare a questo importante appuntamento.

Anche Beppe Convertini, conduttore-attore e grande amico della Minetti, impegnato in numerose campagne sociali, è voluto entrare in contatto con una nuova realtà sempre più riconosciuta anche nel mondo dello spettacolo.

La grande novità per il 2016 è stata anticipata al pubblico e alla stampa con un video (disponibile qui sotto) che ha raccontato in pochi minuti la nascita e la crescita del progetto Di.Di. nei suoi tre anni di attività, culminati nell’ultima importante pagina della sua storia: la costituzione della “FIMPAR – Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico” a cui Luca Pancalli, Presidente del CIP-Comitato Italiano Paralimpico, ha dato il benvenuto con un videomessaggio trasmesso in conferenza di cui riportiamo un estratto: “È con grande piacere che saluto la nascita della Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico  perché si unisce, al grande pianeta dello sport paralimpico, una opportunità in più. E’ evidente che si spostano sempre più avanti i limiti e le frontiere oggi inesplorate  di ciò che un ragazzo o una ragazza disabile possono fare nella dimensione sportiva. L’importante è che ciò avvenga in assoluta sicurezza ed è per questo che io sarò ben lieto come Comitato Italiano Paralimpico, in accordo con la Federazione che oggi nasce ma soprattutto con la Federazione Motociclistica Italiana, di aprire un tavolo affinché  vengano sviscerati tutti gli aspetti legati alla sicurezza dell’attività”.

Tante, tantissime le congratulazioni anche dal mondo dello sport e della televisione che sono arrivate attraverso dei videomessaggi trasmessi durante la conferenza: da Giancarlo Leone, Direttore di Rai 1, a Giusy Versace, atleta paralimpica e presentatrice della “Domenica Sportiva”, a Marcello Cirillo, cantante e presentatore de “I fatti vostri” su Rai 2, a Manuela Olivieri Mennea, moglie dell’indimenticato Pietro, a Fabrizio Macchi, ciclista paralimpico.

Dopo aver ricevuto il benvenuto nel mondo Paralimpico, Emiliano Malagoli ha preso la parola, manifestando tutta la propria determinazione nel portare avanti questo nuovo progetto. “La collaborazione ricevuta da FMI-Federazione Motociclistica Italiana ha permesso a Di.Di. in questi anni di poter svolgere attività agonistica e sportiva sotto l’egida della stesa FMI” ha detto Malagoli “le particolarissime esigenze dei piloti disabili, in primis quelle relative alla loro sicurezza, hanno reso necessario la creazione di un nuovo soggetto che abbia una specificità tale da poterli rappresentare nelle sedi competenti. Determinante per questo prestigioso traguardo anche il contributo apportato dall'Automobile Club Roma: siamo onorati della loro presenza all'interno della FIMPAR: il loro supporto è determinante per il progetto Patenti AS, grazie al quale abbiamo rilasciato in poco meno di un anno ben 15 patenti. La volontà di FIMPAR è quella di dare una possibilità a quelle centinaia di disabili appassionati delle due ruote e salvaguardare un principio cardine della nostra costituzione, ovvero l'uguaglianza dei diritti. E’ proprio questa la ragione che aspiriamo ad ottenere un riconoscimento ai fini sportivi da parte del  CIP  e siamo assolutamente certi della volontà delle istituzioni di lavorare congiuntamente a noi per arrivare a colmare un vuoto giuridico che riguarda il binomio disabili/due ruote. ”.

Sono stati poi presentati gli altri progetti 2016, che vedono l’avvio di nuovi corsi di guida in collaborazione con il circuito Tazio Nuvolari di Cervesina (PV). Sono già tre gli appuntamenti in calendario in cui i ragazzi disabili potranno usufruire delle moto adattate della Scuola per imparare i primi rudimenti o migliorare le proprie prestazioni in pista. In base al tipo di disabilità, a seguirli saranno gli stessi piloti Di.Di. che corrono da tempo nei campionati nazionali e che hanno acquisito grande esperienza di adattamenti dei mezzi e delle protesi per guidare al meglio e in sicurezza.

I corsi vedranno la partecipazione di un istruttore d’eccezione. Nicola Dutto, pilota paraplegico professionista che quest’anno ha conquistato il 4° posto assoluto nella  Coppa del mondo Baja, curerà personalmente i ragazzi paraplegici interessati a risalire in sella: una Honda NC 700 e un KTM Superduke 990 adattate con un sistema di rotelle posteriori garantiranno la piena sicurezza degli allievi.

Il programma del 2016 si arricchisce poi con la presentazione di Annalisa Minetti di “Never Give Up, un format televisivo studiato per offrire informazioni, idee e soluzioni a chi ha una disabilità e vuole tornare a guidare in moto per semplice passione o per facilitare i propri spostamenti. Il nuovo format prevede approfondimenti dedicati ai disabili tra sport, gare, corsi di guida, patenti speciali, adattamenti, normative per tornare a inseguire i propri sogni. Il programma, prodotto da A&M Media Division, interamente ideato e condotto dalla Minetti e da Chiara Valentini, segretario della Onlus, si svilupperà in 20 puntate e verrà ospitato su AutomotoTV, canale 148 della piattaforma SKY.

Il 2016 si appresta quindi ad essere un’altra stagione intensa, ricca di attività ed emozioni, per questa Onlus che del “Never Give Up” ha fatto il suo motto.

Amici, manca poco alla kermesse motoristica più importante nel panorama europeo!

Dal 19 al 22 novembre andrà in scena a Milano (Fiera Rho) la 73°edizione dell'EICMA, il salone internazionale dedicato alle moto. Finalmente quest'anno anche Di.Di. sarà presente con un proprio stand (PAD.11/stand A48) e...con una novità importantissima che riguarda il mondo due ruote/disabilità che presenteremo in anteprima con una Conferenza stampa dedicata mercoledì 18 novembre (giornata riservata agli operatori)...STAY TUNED assolutamente!

Ad Eicma il disabile accede gratuitamente alla Manifestazione e con lui l’eventuale accompagnatore presentando alle reception, durante i giorni di apertura al pubblico (19-22 Novembre 2015) il tesserino di invalidità. Il parcheggio auto è gratuito

Di seguito vi ricordiamo gli orari di ingresso alla Manifestazione:
Martedì 17 Novembre, ingresso riservato esclusivamente alla stampa dalle ore 8.30 alle ore 12.00. Operatori italiani e stranieri ingresso dalle ore 12.00 alle ore 18.30.
Mercoledì 18 Novembre, stampa e operatori italiani e stranieri dalle ore 9.00 alle ore 18.30.
Da Giovedì 19 a Domenica 22 apertura riservata alla stampa, operatori e pubblico, dalle ore 10.00 alle ore 18.30.
Venerdì 20 Novembre chiusura ore 22.00 e le donne entrano gratis

Ottima performance del Team Di.Di. alla 200 miglia del Mugello!

La sfida Endurance è stata raccolta e portata a termine con un grandissimo risultato dell’equipaggio Di.Di. Diversamente Disabili che ha partecipato alla classica maratona sul circuito toscano. Undicesimo posto di categoria e ventesimo nella classifica generale su 30 equipaggi di una delle 200 Miglia più tirate di sempre.

La 7° edizione della kermesse endurance organizzata da Promo Racing sul bellissimo circuito del Mugello, verrà ricordata come una delle più competitive di sempre. Il Team Di.Di. Diversamente Disabili composto da Daniele Barbero, Emiliano Malagoli - entrambi privi della gamba destra-, e Fabio Tagliabue, monocolo, ha portato a termine l’ultimo impegno agonistico di questa intensa stagione di gare con una ciliegina sulla torta rappresentata da un risultato inaspettato.

L’equipaggio ha avuto la fortuna di condividere il box n°18 con il padrino e grande amico della Onlus, Dario Marchetti, e l’ex campione del mondo della categoria 125 e 250 del motomondiale Manuel Poggiali, testimonial dell’associazione.

Condividere il box con un team così competitivo ha aumentato la dose di motivazioni per i ragazzi del Di.Di. che già durante le qualifiche hanno mostrato un ottimo passo. Il tempo di 2.05.2 segnato da Daniele Barbero ha permesso ai piloti dell’equipaggio n°39 di schierarsi al 25° posto di una griglia di partenza formata da team di altissimo livello. Un tempo di questo spessore avrebbe permesso in alcune edizioni di questa manifestazione di partire tra i primi dieci equipaggi in griglia, a dimostrazione dell’eccellenza raggiunta in questa circostanza dai team presenti in pista.

Come sempre il box Di.Di. per tutto il weekend è stato preso d’assalto dai tantissimi sostenitori della Onlus, che sono accorsi per offrire il proprio contributo da tutta Italia finendo per essere coinvolti in prima persona in tantissime operazioni proprie di una manifestazione del genere. Dalla tabella di segnalazione dei tempi ai piloti in pista, ai cambi di pilota al box, alla logistica, tutti hanno vissuto questa esperienza meravigliosa in prima persona. L’equipaggio di piloti può contare un massimo di tre elementi, ma nel caso del Di.Di. la vera forza del team è stato il sostegno ricevuto da tutto il gruppo di tifosi, soci e amici presenti al box che hanno rappresentato perfettamente lo spirito di squadra che anima questo gruppo da sempre.

A questo appuntamento non sono voluti mancare anche i grandi amici-testimonial della Onlus: da Giovanni Di Pillo, a Fabrizio Caselli, atleta paralimpico che ha da poco conquistato l’accesso per le Paralimpiadi di Rio 2016. E Andrea Barlocco e Sabrina Saccomanni, alla loro prima esperienza nel mondo delle due ruote, che nonostante i fitti impegni di spettacolo, hanno raggiunto il Mugello con tutta la loro famiglia.

Pronto alla gara, il Team Di.Di., supportato come sempre da Bridgestone che ha creduto nel progetto sin dall’esordio, si è schierato in griglia con Fabio Tagliabue designato per compiere lo scatto in stile 8 Ore di Suzuka e saltare in sella alla propria BMW 1000 RR per svolgere il primo turno di guida dell’equipaggio n°39. Il pilota è stato in grado da subito di prendere un gran ritmo, recuperando posizioni in classifica.

Dopo quindici giri completati su un passo di alto livello come attesta il miglior tempo segnato in 2.04, è stato il turno di Daniele Barbero entrato in pista con la propria Suzuki GSX-R 1000 per difendere i colori del team. E le attese sono state completamente rispettate, perché Barbero ha portato avanti la gara tenendo una performance costante e competitiva riuscendo a portare i Di.Di. fino alla 15° posizione.

Il terzo turno di guida è stato completato da Emiliano Malagoli: la Ducati 848 del pilota toscano gli ha consentito di girare su tempi di tutto rispetto, pur se penalizzata da una minore cilindrata rispetto alle moto degli altri componenti del team. Ma l’ottimo lavoro di preparazione svolto dai tecnici hanno permesso anche ad Emiliano di essere veloce e costante in pista, restituendo la moto per il quarto ed ultimo turno ad uno scalpitante Fabio Tagliabue che ha concluso la gara.

L’impeccabile coordinamento e la perfetta messa a punto di tutte le moto curate da Cristian Valentini e Fabrizio Corelli del Team Superbike Mugello e da Andrea Andreani del Team First Aid Motor, hanno permesso di non incorrere in alcun inconveniente tecnico, ed il clima del box è stato ancora una volta quello di una grande famiglia, con i piloti accolti da grandissimo entusiasmo ad ogni rientro in pit-lane.

L’equipaggio ha tagliato il traguardo in una spettacolare ventesima posizione assoluta e undicesima posizione nella categoria 1000: il risultato è di assoluto rilievo, considerando l’altissimo livello degli equipaggi presenti. Dai vincitori assoluti, Gamarino e Sacchetti portacolori del team Go Eleven presente nel mondiale Stock, a quello di Marchetti/Bono e Poggiali, che ha fatto segnare il miglior giro della gara in 1.55.9, a quello di Rota/Ramos, quest’ultimo impegnato nel mondiale Superbike.

Al Team Di.Di. è andato un riconoscimento speciale per premiare la professionalità, l’organizzazione e l’ottimo livello messo in mostra durante tutto il week end di gara.

Questo bellissimo week end sul circuito toscano è stato l’ultimo impegno di una stagione agonistica 2015 ricca di soddisfazioni. La Onlus sta preparando l’ultima perla di questo fondamentale anno e l’appuntamento è per EICMA, quando verranno comunicate importantissime novità per il futuro dell’associazione.

Risultati classifica assoluta:
1. Gamarino/Sacchetti
2. Marchetti/Poggiali/Bono
3. Canducci/Mazzina

Risultati classifica 1000cc
1. Marchetti/Poggiali/Bono
2. Cocchi/Riccio
3. Pedrini/Osler

Risultati classifica 600cc
1. Gamarino/Sacchetti
2. Canducci/Mazzina
3.Terziani/Capelli

Di.Di.Bridgestone Cup al Mugello: vincono Malagoli e Barbero

Grandissimo successo per la Di.Di. Bridgestone Cup. Nel weekend del 22/23 agosto, i piloti disabili italiani si sono misurati sul meraviglioso circuito del Mugello in una gara che ha eletto Barbero e Malagoli vincitori rispettivamente  nelle classi 1000 e 600cc della seconda edizione del Campionato, mentre Tagliabue si è aggiudicato il Di.Di. Trophy 2015. Testimonial della manifestazione Niccolò Canepa, Dario Marchetti e Giovanni di Pillo

La Coppa Italia FMI che si è svolta lo scorso weekend al Mugello, ha ospitato la tappa riservata ai piloti italiani della Onlus Di.Di.: dopo il successo dell’evento internazionale corso a Vallelunga in giugno, sul tracciato toscano si sono misurati una quindicina di riders disabili divisi tra le classi 600 e 1000cc.

I Di.Di. si sono ritrovati nel box n°12, la loro casa in questo week end di fine agosto, e hanno iniziato a prendere confidenza con un circuito che per alcuni era già noto, mentre per altri è stata la prima occasione di confrontarsi con un tracciato mondiale

Con il lunghissimo rettilineo, le curve velocissime e le staccate che richiedono forza e controllo del mezzo, il Mugello è una sfida per qualsiasi pilota normodotato. Tuttavia questo elemento non ha fatto altro che alimentare la carica di motivazione per i Di.Di. che hanno accettato la sfida, portando al limite i propri mezzi appositamente adattati in questo tempio della velocità.

I tempi segnati sono stati all’altezza di quelli ottenuti dai piloti in lizza per la Coppa Italia FMI, con i migliori che hanno segnato riferimenti cronometrici di poco superiori ai due minuti.

Le due sessioni di qualifica del sabato hanno delineato una griglia di partenza con la prima fila occupata da Mattia Buriani in pole, davanti a Barbero, incappato in due cadute nelle libere che gli hanno causato una forte contusione all’avambraccio, e Tagliabue, tutti nelle 1000.

Per la classe 600 buona la performance di Malagoli nonostante fosse febbricitante, che ha conquistato la prima posizione in sella alla sua Ducati 848 con livrea Althea Racing. A tallonare il bravo Emiliano, diviso tra il ruolo di organizzatore dell’evento e quello di pilota, è stato Sontacchi che ha preceduto Ubaldini, al suo esordio su questo tracciato e sulla Yamaha R6 allestita per lui appositamente da Bogani Moto e GD Racing Team.

I piloti hanno anche potuto commentare i propri risultati delle qualifiche davanti alle telecamere della Rai, intervenute per raccontare con un ampio servizio televisivo il confronto in pista e le sensazioni dei protagonisti.

A osservare i monitor dei tempi, anche un grande amico dei Di.Di.: Niccolò Canepa, che insieme alla sua famiglia ha voluto portare il suo supporto ai ragazzi impegnati in gara. Niccolò si è legato molto alla Onlus, complice la 200 miglia del Mugello dello scorso anno che lo ha visto protagonista in equipaggio proprio con due Di.Di., Malagoli e Buriani, con cui ha ottenuto un ottimo 4° posto assoluto.

Prima gara in programma per la domenica, la Di.Di. Bridgestone Cup ha richiamato tantissimo pubblico di curiosi, appassionati e amici: il box 12 ha iniziato sin dalle prime ore a popolarsi di ospiti illustri, che hanno mantenuto la promessa di essere presenti per questa tappa finale del Campionato nonostante la levataccia: Giovanni Di Pillo e Dario Marchetti hanno così indossato casco e tuta per effettuare il giro d’onore del tracciato davanti al plotone di piloti pronti a darsi battaglia in gara. Le cavalcature per questi due graditissimi ospiti sono state le ammiratissime Bimota BB e Ducati 1098 messe a disposizione dal Team Superbike Mugello.

La lotta in pista è stata poi commentata dalla voce motociclistica per eccellenza, con Giovanni Di Pillo che svestiti i panni di apripista è salito in cabina di commento ed ha preso il posto dello Speaker raccontando le gesta in pista dei piloti Di.Di. con lo stesso entusiasmo che abitualmente riserva alle imprese di Rea e soci.

Una gara avvincente, dove la strategia è stata fondamentale. I piloti infatti hanno corso non solo per tagliare per primi il traguardo, ma anche per prendere più punti possibili per la classifica finale del Di.Di. Trophy, il trofeo che si corre insieme ai normodotati all’interno del Bridgestone Champions Challenge. Come se non bastasse, hanno dovuto tener conto dei coefficienti di disabilità per tutta la durata della gara, per calcolare i distacchi reali con gli avversari.

A tagliare il traguardo in solitaria è stato Mattia Buriani, seguito da Daniele Barbero distaccato di oltre 17 secondi. Poi Fabio Tagliabue e Emiliano Alberti, questi ultimi protagonisti di una sfida avvincente in pista. A chiudere Di Vincenzo e Serena.

Per le 600 è Emiliano Malagoli a presentarsi per primo sotto la bandiera a scacchi, seguito da Franco Ubaldini e Samantha Palmucci, unica ragazza in gara che ha relegato alle sue spalle Sontacchi, Aranciofebo, Arlati e Bitocchi,

Dopo dieci giri di confronto a viso aperto in pista, i piloti Di.Di. sono stati accolti sul podio per la cerimonia di premiazione raccontata da Di Pillo e Marchetti, tanto bravi ad annunciare le classifiche e consegnare le coppe, quanto lesti ad evitare lo Champagne.

Dopo elaborati calcoli, la classifica corretta dai coefficienti di disabilità ha assegnato il primo posto nella classe 1000cc a Daniele Barbero, seguito da Mattia Buriani e Emiliano Alberti, al suo esordio nel Team Di.Di. Premiati a podio anche Fabio Tagliabue, con un ottimo quarto posto che gli vale comunque il titolo 2015 del Di.Di.Trophy, e Gianluca di Vincenzo.

Cerimonia altrettanto importante per consegnare le meritatissime coppe ai vincitori della classe 600cc, dove i coefficienti non hanno influito sui primi 3 posti: Emiliano Malagoli pertanto conquista la prima posizione, seguito da Franco Ubaldini, premiato da Gianluca Liotta di Premier Helmet, e Samantha Palmucci, premiata da Loris Figoli, il Sindaco “bionico” di Riccò del Golfo. Quarto posto per Maximilian Sontacchi seguito da Giovanni Aranciofebo, Matteo Arlati e Fabio Bitocchi.

Un grande plauso deve essere indirizzato ai ragazzi disabili provenienti da tutta l’Italia che pur non competendo in pista, si sono dati appuntamento al Mugello per supportare i protagonisti della gara ed hanno sostenuto con  il proprio tifo ed il proprio entusiasmo i riders in sella.

Si è chiusa così un’altra stagione racing del Team Di.Di. che quest’anno, grazie al fondamentale supporto di Bridgestone Italia, è riuscita a far conoscere oltre i confini nazionali un progetto innovativo e concreto, nato appena due anni fa.

Prossimi appuntamenti per la Onlus e i suoi campioni saranno il “Lario Motor Show” che avrà luogo nella splendida location del Lago di Como dal 18 al 20 Settembre, e la 200 Miglia del Mugello, in programma a novembre, dove alcuni Di.Di. si cimenteranno per un ulteriore sfida sul circuito toscano

Il successo di questo ultimo appuntamento del Campionato Di.Di. apre la strada a importanti novità che verranno presentate a Milano in occasione dell’Eicma in programma dal 19 al 22 Novembre. In questa data verranno presentati fantastici progetti per una Stagione 2016 dei Di.Di. ancora più ambiziosa e carica di entusiasmo. 

Podio Classe 1000cc.: 1° Barbero, 2° Buriani, 3° Alberti
Podio Classe 600cc.: 1° Malagoli, 2° Ubaldini, 3° Palmucci

Malagoli 7° al Red Bull Ring, mentre Barbero recupera punti a Misano (26 luglio)

In Austria, al Red Bull Ring, Malagoli al suo esordio in una gara internazionale, ottiene un ottimo 7° posto di categoria (17° assoluto), mentre Barbero vince la 3° tappa del Di.Di.Trophy sul circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico arrivando 14° assoluto.

Ottime le prestazioni sportive dei piloti del Team Di.Di. in questo weekend impegnati su un doppio fronte, al Red Bull Ring in Austria e a Misano Adriatico.

Al Red Bull Ring, Emiliano Malagoli ottiene un’ottima 17° posizione generale e 7° nella categoria BEAR, una delle più combattute dello “Speed Days”, una manifestazione sportiva dedicata alle bicilindriche provenienti da tutta Europa, organizzato da Ducati Austria nella persona di Didi Brandl.

Un esordio estero più che positivo per Malagoli, che è stato invitato direttamente dall’organizzatore per il tramite di Dario Marchetti, pilota stimato e plurivittorioso di questa manifestazione che oggi in sella alla nuova Ducati Panigale R è arrivato 3° nella categoria Superbike, mentre nella categoria BEAR, (British, European, American Racing) corsa insieme a Malagoli, dopo diversi giri in testa ha dovuto abbandonare la prima posizione a favore dell’austriaco Bratschko per un problema allo scarico e conseguente perdita di potenza, riuscendo comunque a difendere il secondo posto fino alla bandiera a “Sono entusiasta di questo weekend austriaco!” dice Emiliano. “Il tracciato del Red Bull Ring mi è piaciuto tantissimo, e si è visto anche dai tempi fatti registrare nell’intero weekend. Sono partito dalle libere del giovedì che giravo in 1.56, arrivando oggi a strappare un 1.44, un tempo di tutto rispetto per un neofita del tracciato a detta di tanti piloti del posto. Essenziale è stato l’aiuto di Dario Machetti, padrino della Onlus Di.Di., che in questi giorni mi ha fatto da Cicerone, dispensandomi tantissimi consigli utili dentro e fuori la pista. E di Bridgestone, che da sempre supporta tutte le nostre iniziative. Se non avessi avuto un problema ai freni penso che sarei riuscito a piazzarmi ancora più avanti, ma sono contentissimo così, mi rifarò sicuramente il prossimo anno!”

A Misano Adriatico Daniele Barbero vince la 3° tappa del Di.Di. Trophy, il trofeo dedicato a piloti disabili che si confrontano con i normodotati del Bridgestone Champion Challenge, passando 14°assoluto sotto la bandiera a scacchi. “Ho dato il massimo per recuperare in classifica su Fabio Tagliabue: ora ci distanziano 15 punti e ho una sola gara disponibile, sarà difficile vincere anche quest’anno il campionato, ma le gare sono sempre imprevedibili, vedremo al Mugello come andrà!”

Secondo posto per Tagliabue, che conserva comunque la testa della classifica, seguito da Enrico Mariani. Fuori dai giochi Di Vincenzo per un problema tecnico alla moto che gli impedisce di schierarsi in griglia, e Buriani, anche lui impossibilitato a prendere il via a seguito di una caduta nelle libere del Finalmente un po’ di ferie anche per i piloti Di.Di., che rivedremo tutti insieme il 23 agosto al Mugello nella Coppa FMI per la Di.Di. Bridgestone Cup, la gara riservata ai piloti disabili italiani organizzata sempre dalla Onlus Di.Di.

Foto, Video e Risultati della Dream World Bridgestone Cup!

Abbiamo pubblicato foto e video di questo fantastico evento che è stata la Dream World Bridgestone Cup.

Un grazie a tutti per aver contribuito al successo dell'iniziativa, godetevi i più bei momenti del weekend!

Photogallery

Risultati

Video - NEWS

Lo Streaming della gara

Per chi si fosse perso la diretta o semplicemente volesse rivedere la gara con le interviste ai piloti e agli ospiti in studio (Annalisa Minetti, Alex De Angelis e Chiara Valentini), può collegarsi al sito youmotor.tv e rivedere tutto!

Questo il link diretto http://www.youmotor.tv/index.php?option=com_joomtv&view=video&id=367&Itemid=218&lang=it, la gara dei Di.Di. inizia dal time 1.48.00 circa (prima c'è un'altra gara).

Buona visione!!!!

I Di.Di. conquistano Vallelunga!

Un successo strabiliante la 2° edizione della Dream World Bridgestone Cup che ha conquistato non solo il pubblico accorso ad assistere all’unica gara al mondo per piloti disabili, ma anche gli addetti ai lavori che sono rimasti colpiti dalla grinta e dal coraggio di questi ragazzi speciali: vincono Daniele Barbero nelle 1000 e Umberto Lisanti nelle 600.

Un weekend all’insegna del caldo e delle forti emozioni questo appena trascorso a Vallelunga per i tanti piloti impegnati nel Trofeo del Presidente – Coppa FMI: tra tutte le categorie presenti, tanta attesa (e curiosità) per la Dream World Bridgestone Cup, la 2° edizione della gara interazionale riservata a piloti con disabilità creata dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili che quest'anno ha ricevuto l'importante patrocinio del Cip, il Comitato Italiano Paralimpico.

Ventidue i piloti alla partenza, con presenze dalla Francia, Inghilterra e Nuova Zelanda: tanti ragazzi ansiosi di confrontarsi ad armi pari, di raffrontare le soluzioni tecniche adottate per guidare al meglio la propria moto, di vivere un weekend speciale: per alcuni di loro è stato il primo approccio con la bagarre, per altri è stata l’unica occasione di confrontarsi con altri piloti con simili problematiche fisiche. E’ il caso dei 4 ragazzi paraplegici, pertanto privi di sensibilità agli arti inferiori, che hanno conquistato Vallelunga: Stephane Paulus dalla Francia, Paul Garrett dalla Nuova Zelanda, Talan Skeels – Piggins dall’Inghilterra e Maximilian Sontacchi, italiano.

Per questi super eroi, Marshall e Direttore di gara si sono prodigati l’intero weekend per capire le loro esigenze prima, e studiare una partenza ad hoc poi, che permettesse loro di schierarsi in griglia senza l’ausilio di assistenti per sorreggerli prima dello spegnimento del semaforo.

Talan, Max, Paul e Stephane hanno stupito per la loro indole da piloti veri, nonostante tutto: a guardarli in pista, non penseresti mai che hanno bisogno di un aiuto per fermarsi ai box, e che il loro fisico per camminare è costretto a stare sempre su due ruote, ma laterali. Quattro nazionalità diverse, quattro lingue diverse, ma tutti con lo stesso obiettivo: dare il massimo.

Ogni pilota, a modo suo, ha lasciato il segno questa domenica: il Team “Pirates of MRH45” composto dai francesi Arnauld Guignebert su Honda CB500, Benjamin Saglio su Ducati Hypermotard 1100 e Marc Bisancon su Yamaha R6; Franco Ubaldini e Fabio Bitocchi, emozionatissimi, che hanno acquistato la moto ad aprile appositamente per partecipare a questa competizione; Giorgio Quintana e Giovanni Aranciofebo che hanno poche occasioni di salire in sella per la mancanza di impianti adeguati.

E i Di.Di.“veterani”, che per questo appuntamento si sono presentati in forma smagliante pur di arrivare per primi sotto alla bandiera a scacchi, approfittando della trasferta favorevole in un circuito a loro conosciuto: Barbero, Tagliabue, e Raj si sono affrontati per l’intero weekend non solo con il cronometro, ma anche con il calcolo dei coefficienti di disabilità (CdD) che vengono applicati in modo sperimentale per questa gara.

Sin dalla mattinata di questa calda domenica il paddock ha iniziato a tingersi di blu: tanti i sostenitori accorsi all’evento che hanno indossato le magliette del Team Di.Di. con stampato il loro motto: “Never Give Up” scritto in più lingue, e tanti i curiosi che sono entrati ai box per osservare da vicino tutti gli adattamenti che ognuno dei piloti ha dovuto apportare alla propria moto.

All’apertura della pista per lo schieramento in griglia dei piloti si sono uniti anche Alex De Angelis in sella ad un Aprilia RSV4 messa a disposizione dal concessionario Che Moto! di Roma, e Chiara Valentini in sella a una Honda VFR200F, per compiere un giro d’onore e aprire ufficialmente la competizione.

Una partenza perfetta da parte di tutti i piloti accende le tribune e i commenti nello studio appositamente allestito per il live streaming: Giorgio Bungaro, affiancato da Virginio Ferrari, Annalisa Minetti - madrina della Onlus e sempre in prima linea quando si parla di sport e disabilità - e Alex De Angelis, sono stati gli ospiti d’eccezione di questa diretta che non solo ha fatto registrare il record di accessi, ma ha creato problemi alla rete per i tantissimi collegamenti provenienti da tutto il mondo, specialmente dalla Nuova Zelanda dove Paul Garrett è molto seguito.

A spuntarla su tutti, nella classe 1000, proprio Daniele Barbero che ha fatto una gara in solitaria, seguito da Tagliabue, che ha siglato anche il giro veloce della gara in 1.47.333 e Raj. Una fantastica quarta posizione per Stephane Paulus, al suo esordio sul tracciato capitolino, che è riuscito a girare in 1.57.739, un tempo difficile da agguantare persino per un esordiente normodotato. A seguire Di Vincenzo, Mariani, Saglio, Serena e Folwer.

Nella classe 600 i coefficienti di disabilità hanno maggiormente influito sulla classifica finale, complici i minori distacchi sotto la bandiera a scacchi tra i concorrenti: replica la vittoria, dopo lo scorso anno al Mugello, Umberto Lisanti in sella alla sua Kawasaki con un best di 1.54.328 nonostante sia primo del braccio sinistro e con una gamba destra malconcia. Seconda posizione per l’inglese Talan – Skeels-Piggins in 1.59.622 che sorpassa per l’applicazione del CdD Emiliano Malagoli, nella doppia veste di pilota e organizzatore della manifestazione. Seguono Samantha Palmucci, unica ragazza in gara; Maximilian Sontacchi e Fabio Bitocchi, al loro esordio in gara; a chiudere Aranciofebo, Guignebert e Quintana.

Purtroppo due le scivolate fortunatamente senza conseguenze, di Pitorri e Ubaldini. Mentre ritirati per noie meccaniche Paul Garret e Marc Bisancon.

Sono entusiasta di come i piloti esteri e le nostre nuove “leve” abbiano accolto l’ invito a partecipare alla Dream World Bridgestone Cup. Subito dopo le premiazioni erano ansiosi di sapere quando sarebbe stato il prossimo appuntamento perché ovviamente vogliono partecipare e prepararsi per tempo…un bellissimo riconoscimento per questo duro lavoro di mesi!” riferisce Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Di.Di. nata solo 2 anni fa. “Io sono contentissimo e non smetterò mai di ringraziare tante, tantissime persone che questo weekend si sono messe a disposizione per aiutarci a realizzare questo sogno mondiale: la FMI, l’autodromo di Vallelunga, il Gentlemen’s Motor Club, l’officina The Bike di Vallelunga che ha messo in campo tutto il suo staff e la sua professionalità per offrire un’assistenza meccanica a tutti. Fisiomet, Agel e Stepa; realtà locali come la Banca del Credito Cooperativo di Trevignano e Formello, i ristoranti Di Fronte e Marchione, il Bar Principe che hanno organizzato il rinfresco per ospiti e amici nel weekend. Vircos per la fornitura di abbigliamento tecnico, Honda e Che Moto! per averci fornito le moto per il giro d’onore, il Team Maxidrift, il Motoclub Scoordinati e tutti gli amici che in questa tre giorni si sono messi a completa disposizione dei ragazzi nonostante un caldo torrido. Caldo che non ha scoraggiato nemmeno i nostri testimonial Annalisa Minetti e Alex De Angelis che ci hanno accompagnato per questa due giorni con il sorriso e la disponibilità che li contraddistinguono. E ovviamente grazie a Bridgestone, il nostro main sponsor, senza il quale tutto ciò non sarebbe possibile! Ho un sogno nel cassetto per il prossimo anno, ma non voglio svelarlo per scaramanzia. Ora dedicheremo il nostro tempo al rilascio delle Patenti Speciali AS, ma  prometto solo che ci metteremo presto a lavoro per regalare un sogno ancora più grande….”

Non resta che attendere le novità, sicuri che Di.Di. continuerà a stupirci anche per il 2016!

Dream World Bridgestone Cup 2015 by DiDi  Lo spettacolo sta per iniziare!

(ENGLISH VERSION)

Chi ha avuto la fortuna di assistere alla prima edizione che si è svolta lo scorso 24 agosto, ha potuto constatare con i proprio occhi il successo della Dream World Bridgestone Cup by Di.Di.: una gara senza precedenti, l'unica al mondo riservata a piloti con disabilità, dove una ventina di ragazzi speciali, in sella alle loro moto, hanno acceso le tribune e gli spalti di uno dei più famosi circuiti al mondo, il Mugello.

Ognuno con la sua protesi, ognuno con i suoi adattamenti, ognuno con i suoi problemi, si sono schierati tutti insieme per sfidarsi e mandare un messaggio importante: la disabilità non è inabilità, bensì adattabilità. E lo hanno dimostrato tutti, dal primo all'ultimo, con la forza e il sorriso di chi ha affrontato un dura prova della vita, e ne è uscito vincente.

A questo appuntamento non è voluto mancare neanche Alan Kemspter, il pilota privo della gamba e braccio destri che corre senza protesi, che ha raggiunto il Mugello dalla sua lontana Australia. Non solo sport, ma anche un grande evento di solidarietà a cui non sono voluti mancare importanti testimonial: dal pilota della MotoGP Alex De Angelis, al Team Manager del motomondiale nonchè Presidente Onorario della Onlus Di.Di., Lucio Cecchinello, ai piloti del mondiale Stock e Supersport Fabio Massei e Massimo Roccoli, a Dario Marchetti, Responsabile degli istruttori della Ducati Riding Experience che ha portato sulla Ducati Panigale bibosto i fortunati passeggeri accorsi ad assistere alla gara. Passeggera d'eccezione, la cantante atleta non vedente Annalisa Minetti, Madrina della Onlus Di.Di., che dopo aver gustato le curve del Mugello come passeggera della potente bicilindrica, si è anche esibita in un concerto nel paddock, dando un gustoso assaggio del suo tour 2014. Un evento eccezionale, dunque, reso possibile solo grazie ad uno sforzo congiunto di partner e persone che hanno partecipato con donazioni, per regalare questo sogno non solo ai partecipanti, ma anche a tutto il pubblico presente. (QUI la gallery completa dell'evento).

Dream World Bridgestone Cup 2015

7 giugno, Autodromo Vallelunga (Rm)

Per l’edizione 2015 stiamo ricevendo richieste di partecipazione all'edizione 2015 della Dream Bridgestone Cup da tutto il mondo: America, Europa, Australia, Nuova Zelanda, tanti ragazzi disabili, appassionati motociclisti, che vogliono realizzare il sogno di poter correre proprio come i veri piloti e competere ad armi pari.

Un'occasione unica per confrontarsi in pista, in tutta sicurezza, e testimoniare che con grinta e tenacia si possono raggiungere traguardi inaspettati.

Ma sappiamo che il motociclismo è uno sport molto costoso, sia per chi lo pratica che per chi lo organizza: già la disabilità è una discriminante nella nostra società, non vogliamo che l'accesso a questo sport da parte loro sia un ulteriore ostacolo!

Raggiungere l'Italia dall'America, dall'Australia, è un viaggio costoso: ancor più costoso se devi essere accompagnato perchè non purtroppo non sei indipendente. Noleggiare le moto sul posto, adattarle con comandi speciali che permettano di essere guidate a chi ha una disabilità, sono ulteriori costi aggiuntivi: ma garantiamo che il sorriso di questi ragazzi, appena si mettono in sella e sfidano non solo se stessi ma la  vita, che li ha messi a dura prova...ripagano di tutti gli sforzi!

Abbiamo avviato una RACCOLTA FONDI con diversi strumenti per contribuire alle spese di organizzazione e di viaggio di questi piloti speciali che desiderano, più di ogni altra cosa, prendere parte a questo evento unico al mondo. Solo grazie ai vostri contributi potremmo realizzare questo sogno!

POSTEPAY
Emiliano Malagoli - N.carta: 4023 6009 0705 4169
CF: MLGMLN75R16E715Y

PAYPAL
diversamentedisabili@gmail.com

BONIFICO
Di.Di.Diversamente Disabili
Banca Credito Cooperativo di Formello
IBAN IT75K0881238880000000071348
Causale: DREAM CUP 2015

CROWDFUNDING
Qui il progetto finanziabile con Paypal: http://goo.gl/K1UlUk

***

- Per chi donerà almeno € 5, inseriremo il nome su uno striscione che esibiremo durante l'evento per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito all'evento;

- Per chi donerà almeno € 30, daremo 1 pass d'ingresso al circuito di Vallelunga per assistere dal vivo all'evento (6/7 giugno 2015).

- Per chi donerà almeno € 300, daremo la possibilità, durante la manifestazione, di compiere un paio di giri sulla moto biposto guidata da un pilota professionista, con abbigliamento tecnico fornito da noi.

- Sarà inoltre possibile per le aziende interessate, sponsorizzare l'intero evento (Main Sponsor), in cambio di loghi/marchi sulle moto dei partecipanti, sull'abbigliamento del Team e nelle pannellature dei box: un'ottima opportunità mediatica per chi decide di affiancare il suo nome a questa iniziativa, che già lo scorso anno, vista anche la sua unicità, ha richiamato stampa e televisioni

VUOI VEDERE COME SI REALIZZA UN SOGNO?

E’ questo il tema del promo che a partire da maggio verrà proposto in rete dalla Onlus Di.Di. per lanciare la Dream World Bridgestone Cup, l’unica gara al mondo riservata a piloti disabili, che quest’anno si svolgerà a Vallelunga il 6 e 7 giugno. Tantissimi gli amici e i testimonial del mondo sportivo e dello spettacolo che si sono prestati all’iniziativa.

***

“Vuoi vedere come si realizza un sogno? Vieni a Vallelunga il 6 e 7 giugno!”

E a dirlo sono proprio loro, chi commenta le gesta leggendarie dei piloti della MotoGP, chi le compie, e chi di mestiere fa altro ma adora il mondo dei motori a due ruote.

La Onlus Di.Di. ha deciso di lanciare l’evento dell’anno, la Dream World Bridgestone Cup, attraverso le voci e i volti più noti: Lucio Cecchinello, Genesio Bevilacqua, Guido Meda, Nico Cereghini, Mauro Sanchini, Michel Fabrizio, Alex De Angelis, DJ Ringo, Annalisa Minetti e tantissimi altri.

Spazio sul nostro sito a tutti i promo che pubblicheremo nel mese di maggio, QUI

A partire da maggio, e per le settimane successive, la Onlus lancerà sui principali social i diversi promo.

Cosa ha di speciale questa gara? E’ l’unica al mondo riservata a piloti con disabilità. Ed è per questo che si accenderanno i riflettori a Vallelunga, il 6 e 7 giugno.

Il taglio del nastro di questa manifestazione è avvenuta lo scorso anno: una ventina di piloti disabili, in sella alle loro moto, hanno acceso le tribune e gli spalti di uno dei più famosi circuiti al mondo, il Mugello. Ognuno con la sua protesi, ognuno con i suoi adattamenti, ognuno con i suoi problemi, si sono schierati tutti insieme per sfidarsi e mandare un messaggio importante: la disabilità non è inabilità, bensì adattabilità. E lo hanno dimostrato tutti, dal primo all'ultimo, con la forza e il sorriso di chi ha affrontato un dura prova della vita, e ne è uscito vincente.

“Visto il successo della scorsa edizione”, dice Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Di.Di. “non potevamo non replicare anche quest’anno, nonostante il grande sforzo organizzativo ed economico che comporta una simile manifestazione.

Sono lusingato di aver ricevuto tantissime richieste da tutto il mondo, perché è veramente dura raggiungere l’Italia: eppure saranno con noi in griglia piloti provenienti dalla Nuova Zelanda, Colombia, Inghilterra e Francia! Avremo per la prima volta anche piloti paraplegici, sarà bellissimo fare una gara tutti insieme!

Ringrazio di cuore tutti gli amici e i testimonial dei Di.Di. che hanno accolto favorevolmente la nostra iniziativa dei Promo per lanciare questo appuntamento: siamo convinti che con coraggio e forza di volontà si possono superare tantissime barriere, e a Vallelunga avremo modo di dimostrarlo. Invito tutti a venire a conoscere questa realtà!”.

La Onlus ha promosso una raccolta fondi per aiutare i piloti disabili a realizzare questo sogno “mondiale”: è possibile farlo con diverse modalità (Paypal, Postepay, Bonifico Bancario).

Per informazioni: CLICCA QUI

Barbero stupisce al Mugello alla prima gara dei Di.Di. !

Mugello 12 aprile: Foto - Video - Classifica

Il Mugello oramai è un po’ una seconda casa per i Di.Di., specialmente per i “veterani” che anno dopo anno continuano a limare i propri tempi sul giro e a sentirsi sempre più a proprio agio tra le curve toscane. Non è solo questione di trovare il giusto setting della moto: per questi piloti speciali è importante anche trovare soluzioni tecniche alle protesi e alla posizione di guida che gli permettano di guidare in modo più fluido e agevole.

E’ il caso di Enrico Mariani, che questo inverno lo ha dedicato a studiare un nuovo perno sferico da inserire sulla pedana e una nuova protesi della sua gamba destra, che oggi gli permette dei movimenti più liberi. E i tempi sul giro hanno dimostrato che anche l’attenzione a questi particolari incide sulla prestazione: il pilota riminese, complice anche il maggiore feeling con la sua Yamaha R1, alle libere del venerdì è sceso abbondantemente sotto il 2'10", diversi secondi in meno rispetto al suo best. Purtroppo una scivolata al finire delle libere lo ha condizionato sia nelle qualifiche che in gara, impedendogli di ripetere gli stessi tempi, ma è ugualmente riuscito a conquistare l’ultimo gradino del podio.

Lotta aperta invece per la prima posizione tra Barbero e Buriani sin dalle qualifiche, entrambi molto veloci e distaccati sulla griglia di partenza di soli 80 millesimi in favore del pilota di Ventimiglia.

Allo spegnimento del semaforo Barbero scatta benissimo, riuscendo a sorpassare ben 7 piloti al primo passaggio, mentre Buriani è costretto subito ad abbandonare bagarre e gara per un problema al cambio della sua Aprilia RSV4 che lo ha afflitto per l’intero weekend. Un’occasione mancata di prendere punti per andare ad infastidire la leadership di Barbero, che in gara non solo riconferma il suo talento piazzandosi in quindicesima posizione generale su 36 partenti, ma fa nuovamente registrare il suo best con un fantastico 2'02"498, un tempo stratosferico se si pensa che questo pilota nei cambi di direzione può contare solo sulla sua gamba sinistra, avendo una protesi intera a quella destra.

Anche Tagliabue, monocolo, si dimostra in gran forma per l’avvio di stagione, e con la sua nuova BMW 1000RR riesce ad avvicinarsi ai tempi dei primi ma una brutta partenza lo penalizza: riesce comunque a difendere il secondo gradino del podio alle spalle di Barbero.

Battesimo della pista insieme ai piloti del Bridgestone Champions Challenge per Bruno Serena: il pilota toscano, abituato alle dune tunisine, si è confrontato tra i cordoli con la sua Yamaha R1. Esordio non semplice visto lo stile di guida completamente diverso rispetto al rally a cui è abituato, e un problema tecnico l’ha costretto al ritiro ai primi giri. Esperienza comunque preziosa in vista della prossima gara a Vallelunga.

Si conclude pertanto il primo appuntamento stagionale del Team Di.Di. con Daniele Barbero in testa al Trofeo seguito da Fabio Tagliabue e Enrico Mariani. E i complimenti dei piloti e degli organizzatori del Bridgestone Champions Challenge per i risultati sportivi che questi ragazzi stanno raggiungendo.

Assente nelle vesti di pilota per questo appuntamento Emiliano Malagoli, presidente della Onlus, per un intervento chirurgico programmato, che non è comunque voluto mancare per premiare sul podio i Di.Di. ed estrarre il biglietto vincente i 2 pass paddock per la SBK di Imola messi in palio da Genesio Bevilacqua, Team Manager Althea Racing, che ha voluto così contribuire alla raccolta fondi per le attività di questa Onlus (estrazione pubblicata sul sito www.diversamentedisabili.it).

Prossimo appuntamento con i Di.Di. il 23/24 maggio sul circuito di Vallelunga per un doppio round: si disputeranno infatti 2 gare nello stesso weekend, pertanto 50 punti in palio per confermare o stravolgere la classifica odierna.

Al via la terza stagione del Di.Di. Trophy sul circuito del Mugello (11/ 12 aprile)

Nel weekend dell’11 e 12 aprile il circuito del Mugello ospiterà la prima tappa di stagione del Di.Di.Trophy, il trofeo riservato ai piloti disabili, giunto oramai alla sua terza edizione: tutti i Di.Di. si affronteranno nella classe 1000cc., con l’obiettivo di relegare alle proprie spalle il vincitore 2014, Daniele Barbero. Genesio Bevilacqua, patron del Team Althea Racing, offrirà un supporto tecnico per premiare l'impegno e i traguardi raggiunti dalla Onlus.

 

* * *

Li abbiamo visti l’ultima volta a marzo, al Motodays di Roma, per la presentazione del Team 2015: i piloti Di.Di., dopo un lungo inverno, sono finalmente pronti a scendere in pista per cercare di raggiungere obiettivi e traguardi sportivi sempre più ambiziosi.

In soli 2 anni infatti, questi piloti speciali non solo hanno fatto registrare un abbassamento vertiginoso dei tempi sul giro in tutti i circuiti (una media di 5 secondi), ma soprattutto il loro nome è costantemente inserito nella metà classifica generale del Bridgestone Champions Challenge, che ospita il Di.Di.Trophy sin dall’esordio: lo scorso anno Daniele Barbero, vincitore dell’edizione 2014 nella classe 1000cc. che corre con una amputazione transfemorale alla gamba destra, ha chiuso la stagione con un eccellente undicesimo posto in classifica generale tra i piloti normodotati.

Non solo: all’estenuante 200 Miglia del Mugello del novembre scorso, il primo e unico equipaggio composto unicamente da Di.Di. (Barbero, Buriani, Tagliabue) si è classificato 8° assoluto su 23 equipaggi al via. Dei risultati eccellenti, impensabili fino a poco tempo fa, che lasciano presagire una sfida agonistica ancora più sorprendente.

Per questa stagione il patron del Team Althea Genesio Bevilacqua, impegnato nel mondiale SBK con Baiocco e Terol e nel mondiale Stock 1000 con De Rosa e Salvadori, ha deciso di offrire un supporto tecnico al fondatore e presidente della Onlus Di.Di. Emiliano Malagoli che si schiererà con una Ducati 848, come segno di riconoscimento per il suo impegno.

Non è la prima volta che Bevilacqua offre il suo sostegno alla Onlus: proprio questo weekend si terrà infatti l’estrazione di n. 2 pass paddock per la SBK di Imola del 10 maggio offerti dal Team Althea per contribuire alla raccolta fondi per le loro numerose attività.

Il Team Di.Di. prenderà ufficialmente parte a quattro delle sette gare previste dal Bridgestone Champions Challenge: 2 tappe al Mugello (il 12 aprile e il 27 settembre) e il doppio round di Vallelunga del 24 maggio.

Dopo il successo della scorsa edizione, confermato per il 7 giugno sempre sul circuito capitolino anche l’attesissimo appuntamento con la “Dream World Bridgestone Cup”, la prima e unica gara al mondo riservata a piloti disabili aperta agli stranieri, che lo scorso anno ha visto la partecipazione del fenomeno australiano Alan Kempster: la Onlus ha indetto una raccolta fondi per far ritornare Kempster in Italia e per offrire agevolazioni ai piloti oltre confine che si apprestano ad affrontare un lungo viaggio pur di non perdere questo appuntamento unico: sono infatti attese presenze dalla Nuova Zelanda, dalla Colombia, Inghilterra e Francia!

E’ possibile contribuire a realizzare questo sogno “mondiale” con diverse modalità (Paypal, Postepay, Bonifico Bancario): in cambio di una piccola donazione sarà possibile accedere anche ad alcuni benefit.

Appuntamento pertanto per questo weekend sul Circuito del Mugello con i Di.Di.:

Sabato 11 aprile:

Ore 09.25/09.45 primo turno di qualifiche Bridgestone 1000cc.

Ore 14.25 14.45 secondo turno di qualifiche Bridgestone 1000cc.

Domenica 12 aprile

Ore 10.30 Inizio gara Bridgestone 1000cc.

Motodays 2015: un'edizione straordinaria per i Di.Di.!

Un’edizione del Motodays da ricordare per i tanti Di.Di. venuti da tutta Italia allo stand della Onlus per iscriversi alla stagione 2015 del Team e ai prossimi esami per il conseguimento della Patente A Speciale: numerose anche le prove esterne con le moto adattate della Scuola, in particolare con la Di.Di. Bike, che ha permesso di far salire in sella tanti ragazzi e ragazze con problemi agli arti inferiori.

* * *

Una festa più che una fiera. Così si può riassumere la presenza della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili alla quattro giorni della kermesse romana dedicata alle due ruote.

Con il motto di “Never Give Up” ben stampato in evidenza sulle loro magliette, questi ragazzi speciali hanno accolto al proprio stand tantissimi disabili venuti da tutta Italia per conoscere di persona la realtà Di.Di.: corsi di guida, solidarietà, ma anche sport e patenti speciali. Un’occasione per confrontarsi non solo sulle problematiche di guida di una moto con un handicap fisico, ma anche per cercare nuove soluzioni tecnologiche e per condividere la propria passione. Per superare i propri limiti, e quel disagio che molto spesso la disabilità comporta.

A inaugurare l’evento motoristico più importante del centro/sud Italia, insieme al presentatore Fabrizio Frizzi, c’era proprio la madrina dei Di.Di., la cantante e atleta paralimpica Annalisa Minetti, che proprio grazie alla Onlus ha scoperto il fascino e l’adrenalina della velocità in sella a una moto biposto condotta dai campionissimi Manuel Poggiali e Dario Marchetti. Un’emozione unica, per dimostrare che anche con una disabilità si può vivere la propria passione (qui la sua intervista).

La Minetti ha inoltre aperto con un saluto di benvenuto la Tavola Rotonda di giovedì 5 marzo “Due ruote: Patente A Speciale, la conquista di un diritto organizzata dalla Onlus e dal giornalista Marcello Aranci, a cui hanno partecipato i principali stakeholder del settore: Simona Castellano, Primario del Centro Protesi Inail di Budrio e Nicola Ortolani, Capo Settore Centro Servizi Mobilità con Veicoli Inail di Budrio; Salvatore Napolitano, Ingegnere Direttore Dipartimento Trasporti Terrestri; Francesco Cassioli, Responsabile Marketing e Comunicazione di Aci Vallelunga; Paolo Riccobono, Responsabile Ufficio Marketing Automobile Club Roma; Gabriele Michelotti, dell’ortopedica Michelotti; Fausto Nosenzo, Direttore Tecnico Handytech e Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Di.Di..

Chi ha una disabilità potrebbe fare molte più cose di quello che si pensa, ma la società di oggi non ce lo permette, tutto è reso difficile quando potrebbe essere facile” esordisce Annalisa sul palco “vorrei che oggi si sensibilizzasse molto un’apertura per quanto riguarda la possibilità di un disabile di ritornare ad essere autonomo, anche grazie all’uso di un mezzo a due ruote”.

Durante la manifestazione motoristica è stato presentato sul palco di Dimensione Suono Roma anche il Team Di.Di. 2015 che si sfiderà con i normodotati nel Di.Di.Trophy all’interno del Bridgestone Champions Challenge, e garantirà pura bagarre nella attesissima Di.Di. World Bridgestone Cup, l’unica gara al mondo riservata a piloti disabili che lo scorso anno ha regalato emozioni uniche anche grazie alla partecipazione del pilota australiano Alan Kemspter, privo della gamba e braccio destri.

La Di.Di. World Bridgestone Cup, che quest’anno abbiamo chiamato “Dream Bridgestone Cup”, è sicuramente l’evento clou dell’anno” dice Emiliano Malagoli, Presidente Di.Di. “Stiamo già lavorando con la FMI e le federazioni straniere per permettere ai tanti piloti disabili che ci stanno contattando dall’estero di partecipare alla gara. Abbiamo aperto anche una raccolta fondi di crowdfunding e a breve ne apriremo un’altra su Facebook perché ci piacerebbe poter ospitare nuovamente Alan e contribuire alle spese di viaggio che i piloti stranieri dovranno affrontare per raggiungere l’Italia. E come sempre, non sarà solo una gara, ma un grande evento con la partecipazione di tanti ospiti e testimonial”.

Ampio spazio è stato poi dedicato alla prova delle moto adattate della Scuola Di.Di. nell’area esterna: tanti ragazzi interessati a ritornare sulle due ruote che, emozionati, hanno rimesso casco, guanti e giubbino e sono risaliti in sella, spesso per la prima volta dopo un incidente invalidante. La vera protagonista è la Di.Di. Bike, il prototipo voluto dalla Onlus e realizzato grazie alla collaborazione con Honda, Ortopedica Mancini e Handytech, che grazie a un sistema di rotelline posteriori discendenti ha permesso a tanti ragazzi presenti in fiera, costretti su una sedia a rotelle, di guidare una moto in tutta sicurezza. Fabio, Diego, Sergio Ilaria e Mara sono alcuni dei ragazzi che, grazie ai preziosissimi consigli del campione di enduro paraplegico Nicola Dutto nelle vesti di istruttore per l’occasione, sono riusciti a realizzare questo piccolo, grande sogno!

Il prossimo appuntamento con i ragazzi della Di.Di. sarà il 12 aprile sul Circuito del Mugello per la prima tappa di stagione del DI.Di.Trophy.

Vai alla Fotogallery

Siglato il Protocollo d'Intesa tra Aci Roma e la Onlus Di.Di.

Roma, 27 gennaio 2015 – Annunciato i giorni scorsi con l’avvio dei primi corsi di guida nella capitale per il conseguimento delle Patenti Speciali per la moto (AS), è stato siglato oggi, nella sede di Aci Roma, il Protocollo d’Intesa tra la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili e l'Automobile Club Roma per favorire il recupero della mobilità dei disabili attraverso il conseguimento della Patente A Speciale e ribadire che la mobilità sostenibile e le pari opportunità sono temi al centro dei propri programmi.

Un altro traguardo importante per la Onlus, che vede così riconosciuto il suo impegno non solo nello sport (è la prima e unica organizzazione in Italia che ha creato un campionato motociclistico di velocità riservato a ragazzi portatori di handicap) ma anche nel sociale.

Abbiamo appena festeggiato i due anni di nascita della nostra Associazione, e se guardo indietro a quante cose abbiamo realizzato in così poco tempo, faccio fatica a crederci” dice Emiliano Malagoli, Presidente della Di.Di. “Siamo stati i primi al mondo ad aver organizzato una gara internazionale composta unicamente da piloti disabili, i primi in Italia a fondare una Scuola Guida con moto e scooter adattati per le diverse esigenze motorie. E ora, grazie alla collaborazione con Aci Roma e con il Centro di Guida Sicura Aci Vallelunga, abbiamo creato il primo centro specializzato per il rilascio delle Patenti A Speciali. Siamo orgogliosi degli obiettivi raggiunti, ma la strada è ancora lunga”.

Il Progetto Patenti AS si avvale anche della preziosa collaborazione con partner di rilievo quali Handytech, azienda specializzata nell'allestimento di veicoli a due/quattro ruote, che ha adattato i motoveicoli della Scuola Di.Di.; Honda Italia, che ha messo a disposizione della Scuola Di.Di. alcuni mezzi a due ruote tra cui la nuovissima Honda NC750S DTC, dotata dell’innovativo cambio a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) e Premier Helmet, per la fornitura di caschi integrali agli allievi della Scuola.

Con queste aziende sarà possibile anche usufruire di convenzioni per l’acquisto dei loro prodotti.

Infine, i soci della Onlus che vorranno conseguire le patenti speciali, potranno avvalersi dei servizi di scuola guida a un prezzo vantaggioso.

Stretta di mano tra Paolo Riccobono, Responsabile Marketing Aci Roma (a sx), e Emiliano Malagoli, Presidente Onlus Di.Di. (a dx)

Traguardo Patenti moto per disabili (AS) raggiunto e…superato!

Sabato 10 gennaio si è svolto a Roma il primo corso con successivo esame di guida organizzato dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili in collaborazione con Aci Roma, per l’ottenimento della Patente Speciale per la moto (AS) per i ragazzi portatori di disabilità: tutti promossi!

Venerdì 9 e sabato 10 gennaio si sono svolti i primi corsi di guida a Roma finalizzati all’esame per l’ottenimento della Patente AS (A Speciale): il progetto, fortemente voluto dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili che da anni si prodiga per facilitare l’accesso del disabile al due ruote, vede la collaborazione di Aci Roma e del Centro di Guida Sicura Aci Vallelunga.

Lo start up del progetto era già avvenuto a novembre nel nord Italia, a Varese e Vercelli, dove si sono svolti i primi corsi di guida targati Di.Di. che hanno assegnato le prime Patenti AS.

L’esordio nella capitale è avvenuto invece questo fine settimana: Puglia, Lazio, Liguria e Toscana le regioni di provenienza dei ragazzi che hanno partecipato alla due giorni di corso su una Suzuki SV 650 multi adattata, l’unica omologata in Italia, ideata dalla Di.Di. grazie alla preziosa collaborazione con Handytech, l’azienda di Moncalvo specializzata nell’allestimento di veicoli per le persone con disabilità.: grazie agli adattamenti speciali, questa moto è in grado di coprire le disabilità di entrambi gli arti inferiori e del braccio sinistro.

Emozionati ma per nulla intimoriti, i candidati hanno avuto un’intera giornata per prendere confidenza sia con gli adattamenti del mezzo in base alle proprie esigenze fisiche, sia con il percorso di birilli, prova dell’esame del giorno dopo, sia su strada, nel traffico locale. Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Di.Di., per l’occasione ha ricoperto la doppia veste di istruttore e allievo, dovendo anche lui sottoporsi all’esame di guida.

A stupire è Alessandro, un ragazzo portatore di protesi al braccio sinistro, che nonostante non sia più risalito in sella dal lontano 2008, anno del suo incidente stradale a seguito del quale ha subìto l’amputazione dell’arto, riesce a prendere subito confidenza con il mezzo e con il servocomando frizione a pulsante, sostitutivo del dispositivo a leva.

Ma anche Salvatore e Giulio, portatori di protesi agli arti inferiori, non accennano a minime difficoltà…sembrano non aver mai smesso di guidare la moto.

Così al sabato mattina si presentano puntuali per l’esame di guida davanti all’Ingegnere della Motorizzazione che per la prima volta nella sua carriera, si trova a dover esaminare più ragazzi disabili insieme. Tutti gli allievi Di.Di. passano con successo il percorso birillato composto da uno slalom, una prova d’equilibrio, lo scarto dell’ostacolo e la prova di frenata. A seguire la prova su strada, tra le insidie del traffico della capitale, sempre sotto lo sguardo attento dell’Ingegnere per verificarne il comportamento e la conoscenza delle norme di circolazione. Alla fine, tutti promossi, con le congratulazioni dell’Ingegnere!

“Erano 7 anni che lottavo per avere la Patente AS” dice Salvatore da Ostuni (BR), portatore di protesi gamba intera destra “Finalmente grazie alla Di.Di. potrò guidare la mia MV adattata, sono emozionatissimo!”.

“Una grandissima soddisfazione personale: riprendere la Patente AS per me è ritornare ad essere indipendente” dice Alessandro da Cassino (FR) “La Di.Di. deve continuare il suo lavoro per poter dare la possibilità a tutti i ragazzi disabili di riprendere quanto più possibile una vita normale”.

“Organizzazione impeccabile, mi sono trovato subito a mio agio con gli altri ragazzi” è il commento di Giulio da Genova, portatore di protesi gamba intera destra “e trovo molto utile il corso di guida pre-esame per poter prendere confidenza con il mezzo e con il percorso tra i birilli. Finalmente potrò guidare su strada!”.

Insomma, un grande successo per l’edizione romana del Progetto Patenti AS.

“In meno di 2 mesi dall’inizio del progetto, abbiamo dato la possibilità di riprendere la Patente AS a molti ragazzi disabili, credo che non ci siano mai stati precedenti in Italia come questo” afferma Emiliano Malagoli, Presidente della Di.Di., anche lui neopatentato “Sono orgoglioso di quello che stiamo facendo, e devo ringraziare fortemente i nostri partner senza i quali non saremmo potuti partire con il progetto: Handytech, Aci Roma con il quale firmeremo un Protocollo d’Intesa la prossima settimana per diffondere il progetto in altre sedi, iI Centro di Guida Sicura Aci Vallelunga che sarà presto sede d’esame per le Patenti AS, Honda Italia che dall’inizio ci ha fornito dei mezzi per la nostra Scuola Guida, la Motorizzazione Civile di Roma che ha accolto con favore la nostra proposta e reso fattibile il progetto, Premier Helmet e Sparco by 8Squad che hanno fornito rispettivamente caschi e giubbini con le protezioni da dare agli allievi. Spero di poter ampliare il nostro raggio d’azione su tutto il territorio nazionale, ma sarà fattibile solo con l’intervento economico di aziende che credono in questo progetto e che possano aiutarci a sostenere le spese di trasferta del nostro mezzo adattato e dello staff istruttori Di.Di.”.

Per chi volesse ulteriori informazioni per la Patente AS può visitare la sezione PATENTE AS

A coronare un weekend importante per i diritti dei disabili, la partecipazione del pilota Daniele Barbero alla 41a edizione dell'Oscar dello Sport Imperiese nella serata di venerdì 9 gennaio, dove ha ricevuto un premio per i successi ottenuti nella stagione sportiva 2014 nel Di.Di.Trophy, il trofeo motociclistico organizzato sempre dalla Onlus Di.Di. dedicato ai piloti disabili all’interno del Bridgestone Champions Challenge.


Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Diversamente Disabili - C.F. 92055310467 - diversamentedisabili@gmail.com