ALLA VOGLIA DI CREDERCI, AL CORAGGIO DI PROVARCI, ALLA FORZA DI RIUSCIRCI
ALLA VOGLIA DI CREDERCI, AL CORAGGIO DI PROVARCI, ALLA FORZA DI RIUSCIRCI

Dona il tuo 5X1000 a Di.Di.

CF. 92055310467

Un piccolo gesto per te, un grande aiuto per noi.

English version

Per domande o richieste:

Mob. +39 373 7220113

oppure compilate il
modulo online

News

In questa sezione potrete trovare tutti gli appuntamenti dove sarà presente l'Associazione. Venite a trovarci, vi aspettiamo!

 

Di.Di. - Diffidate dalle imitazioni

Cari amici, abbiamo ricevuto segnalazioni che alcune persone / associazioni organizzano attività proprie rivolte a persone disabili, partecipano ad eventi e raccolte fondi utilizzando il nome di Di.Di. Diversamente Disabili, ma che in realtà con noi non hanno nulla a che fare.

Vi ricordiamo che tutte le attività, raccolte fondi o eventi ufficiali Di.Di. sono pubblicizzati qui sul nostro sito o sulla nostra pagina ufficiale facebook www.facebook.com/DiversamenteDisabili, è che l'unica email valida per contattarci e avere una qualsiasi informazione è diversamentedisabili@gmail.com o attraverso il modulo contatti online disponibile su questo sito.

I nostri partner sono solo quelli riportati sul sito, QUI

Per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci!

ATTENZIONE: SPOSTATA LA NUOVA PUNTATA DI "NEVER GIVE UP"

Attenzione: per motivi di palinsesto la nuova puntata di "Never Give Up" con lo speciale sulla "Dream Cup" prevista per MERCOLEDI' 20 SETTEMBRE alle ore 22.30 sul canale 148 di Sky (AutomotoTV), è stata spostata. Non appena possibile vi comunicheremo il nuovo palinsesto e gli orari delle repliche.

INCREDIBILE. MA COME FANNO?

Il bellissimo video di Alberto Naska - Racebooking.net realizzato al Mugello in occasione della Dream Cup: entrate con noi ai nostri box per scoprire tutti gli adattamenti delle nostre moto!

40 PILOTI PER LA DREAM CUP DEL MUGELLO: GODETEVI LO SPETTACOLO!!!

DREAM CUP: EDIZIONE RECORD AL MUGELLO PER IL MOTOCICLISMO PARALIMPICO

Record di iscritti per la 4° edizione della Dream World Bridgestone Cup, la competizione internazionale dedicata a piloti con disabilità che si è svolta questo weekend sul tracciato toscano del Mugello: si impongono su tutti gli italiani Barbero nelle 1000cc. e Castelli nelle 600cc., entrambi vincitori anche della tappa mondiale di Le Mans. La gara, valida anche per il campionato italiano 2017, assegna il titolo tricolore sempre a Castelli nelle 600cc., mentre nelle 1000cc. lo scettro va a Malagoli. A Buriani la categoria “Lesser Impaired”.

Un weekend rovente quello appena trascorso al Mugello dai piloti paralimpici della Dream World Bridgestone Cup che si sono sfidati in sella alle loro moto adattate per portare a casa il titolo 2017 della competizione internazionale, oramai giunta alla sua 4° edizione.

Record di iscritti per questo evento promosso dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili all’interno della Coppa FMI Velocità organizzata da Promoracing, con 40 piloti allo start e 7 nazioni coinvolte: Italia, Belgio, Francia, Spagna, Colombia, Austria e Repubblica Ceca. E un’affluenza di pubblico mai vista prima per questo genere di competizioni.

Sin dal venerdì, dedicato alle prove libere, i ragazzi hanno dimostrato di essere molto competitivi e determinati, riuscendo ad abbassare notevolmente i tempi sul giro rispetto all’edizione passata.

Le Qualifiche

Giornata impegnativa per tutti il sabato, con tanti appuntamenti da gestire: le visite mediche per la determinazione dei coefficienti di disabilità, affidate a Igor Confortin - allenatore della nazionale di Para Snowboard – e da Jacopo Piccardi - classificatore internazionale. Il briefing per tutti i piloti da parte della direzione gara, in ben 3 lingue. E ovviamente i due turni di prove di qualifiche, il primo vero test per vedere le forze in campo ed elaborare una strategia di gara.

Si aggiudica la pole assoluta Mattia Buriani, pilota monocolo della categoria 1000cc. “Lesser Impaired”, con il tempo calcolato di 2.01.378, seguito dal mattatore Daniele Barbero in 2.01.597, primo tra le disabilità fisiche. Ottime anche la prestazione dei piloti paraplegici francesi, con Aurelien Biard in 4° posizione assoluta con il tempo calcolato di 2.03.633, che precede l’amico Stephane Paulus in 7° posizione con 2.04.205. Mentre stupiscono gli esordienti Peter Rohr, con la 5° posizione assoluta in sella al suo BMW con il tempo di 2.03.926, e Daniele Nicolino, sempre su BMW, con il 9° tempo in 2.04.670.

Primo delle 600cc. Maurizio Castelli, che ottiene una 8° posizione assoluta con il tempo di 2.04.242, confermando il suo ottimo stato di forma.

Agonismo ma non solo: a chiudere la giornata, il pilota paraplegico francese nonché stuntman Stephane Paulus, in sella alla sua Suzuki ha regalato al pubblico presente uno spettacolo acrobatico mozzafiato sul rettilineo del Mugello, esibendosi in wheeling ad alta velocità e stoppies d’alta scuola, dimostrando ancora una volta che la passione supera ogni disabilità.

A seguire grande festa all’Hospitality Bridgestone e all’Oasy Ibeer per tutti i piloti e i loro accompagnatori:  presente anche l’immancabile “The voice del Mugello”, Giovanni Di Pillo e il “leone di Jesi”, Giancarlo Falappa, grandi amici della Onlus, che hanno estratto il biglietto vincente della lotteria che si è aggiudicato un bellissimo casco Premier Dragon Evo, messo in palio direttamente dalla casa.

La Gara

Grande affluenza di pubblico la domenica mattina ai box dei Di.Di.: amici, ma anche tanti ragazzi disabili e curiosi che hanno voluto conoscere di persona questi piloti speciali e approfondire gli adattamenti tecnici, sia delle protesi che dei mezzi.

La partenza della Dream World Bridgestone Cup è sicuramente tra i momenti più emozionanti dell’intero weekend. Vedere il lungo serpentone dei 40 piloti schierati di fronte alle tribune riempire totalmente il lungo rettilineo del Mugello, non ha precedenti. Per loro una partenza studiata ad hoc, simile a quella delle gare di endurance, per permettere ai piloti con difficoltà motoria agli arti inferiori di essere sorretti dal proprio staff prima del via ufficiale. Uno ad uno si sono schierati dietro la Safety Car per compiere un giro di ricognizione, e poi subito lo start con il gas spalancato.

Nella classe 1000cc. il poleman Buriani è riuscito ad imprimere da subito un ritmo molto serrato che gli ha permesso di rimanere in testa per tutti e 10 i giri di gara e di tagliare il traguardo in prima posizione assoluta, relegando alle sue spalle i diretti concorrenti della categoria “Lesser Impaired”, Fulvio Giusti e Fabio Tagliabue. Avvincente la lotta in casa francese, con continui sorpassi tra Stephane Paulus e Aurelien Biard, che avrà la meglio sotto la bandiera a scacchi. Con un Daniele Barbero oramai in fuga, Emiliano Malagoli conduce una gara tattica per la corsa al titolo italiano, tenendo sotto controllo il vantaggio su Emiliano Alberti e Franco Ubaldini.

Mentre nelle 600cc. è Maurizio Castelli a rimanere costantemente in testa, riuscendo a dare quasi 20 secondi di distacco al fortissimo spagnolo Alex Cruz seguito a distanza da Cristian Fassi, al primo anno di gare. Di rilievo l’ottima la prestazione del pilota paraplegico Alex Innocenti, che in gara riesce ad abbassare il suo personale best senza coefficienti in 2.12.710.

Grande il lavoro da parte dei cronometristi per applicare i coefficienti di disabilità alla classifica, e grande suspense tra tutti i piloti in attesa dei risultati finali.

Per la classe 1000cc. si aggiudica il titolo della Dream World Bridgestone Cup 2017 Daniele Barbero, replicando quindi il successo già ottenuto nella tappa mondiale della MotoGP di Le Mans. Sul secondo gradino del podio l’austriaco Peter Rohr, seguito dall’italiano Daniele Nicolino, alla sua seconda gara, e dai francesi Aurelien Biard e Stephane Paulus.

Per la classe 600cc. nuovo successo per il viterbese Maurizio Castelli, anche lui vincitore di categoria a Le Mans, seguito dallo spagnolo Alex Cruz e dagli italiani Alex Innocenti, Cristian Fassi e Eustachio Carlucci, quest’ultimo alla sua prima gara.

La tappa toscana assegna anche il titolo 2017 del Di.Di.Bridgestone Cup, il campionato italiano loro riservato: nella categoria 1000cc. vince Emiliano Malagoli in sella alla sua BMW dell’Althea Racing Team, seguito da Emiliano Alberti e Franco Ubaldini. Nella 600cc. il titolo va a Castelli con la sua Yamaha R6, che precede Alex Innocenti e Cristian Fassi. Per la “Lesser Impaired”, Mattia Buriani non ha rivali quest’anno e si aggiudica il gradino più alto del podio. Al secondo posto Fulvio Giusti che precede Fabio Tagliabue.

Il podio del Mugello dunque si trasforma in una festa per tutti: a premiare questi piloti straordinari, Claudio Comigni, Responsabile Bridgestone Europe South Region; Federico Ignesti, Sindaco di Scarperia e San Piero, e Loris Figoli, Sindaco di Riccò del Golfo oltre che grande amico dei Di.Di.

Si chiude in grande stile la stagione agonistica ufficiale dei Di.Di.: un 2017 da record per il numero di piloti iscritti al campionato nazionale e internazionale, grazie anche ai partner della Onlus che hanno contribuito in questi anni a supportare l’organizzazione, rendendo queste competizioni il punto di riferimento del motociclismo paralimpico. Un doveroso grazie a Bridgestone Italia, BMW Italia, Leasys, Intrasecur Group, Accademia Europea Tutela Privata, MICAP Onlus, Idealgomme, Premier, TCX, Pakelo, Ottobock, IBeer e Thermal Technology.

Classifica Completa:

1 - 71 BARBERO Daniele

2 - 10 BURIANI Mattia

3 - 220 GIUSTI Fulvio

4 - 69 ROHR Peter

5 - 9 BIARD Aurelien

6 - 77 NICOLINO Daniele

7 - 20 PAULUS Stephane

8 - 691 TAGLIABUE Fabio

9 - 7 CASTELLI Maurizio

10 - 2 CRUZ Alejandro

11 - 39 MALAGOLI Emiliano

12 - 229 MARIANI Enrico

13 - 34 INNOCENTI Alex

14 - 78 CILIBERTI Davide

15 - 21 UBALDINI Franco

16 - 23 FASSI Cristian

17 - 19 CARLUCCI Eustachio

18 - 14 DOOLAEGHE Aurelien

19 - 42 HOW(' Martin

20 - 13 BACCI Massimo

21 - 116 ALBERTI Emiliano

22 - 25 TROISI Umberto

23 - 22 PENACOBA Joe Luis

24 - 146 SIMONATO Kevin

25 - 12 FELIPE Christian

26 - 47 PREZIOSI David

27 - 65 MIOLA Alessandro

28 - 202 BORGATO Alessio

29 - 31 ARANCIOFEBO Giovanni

30 - 100 BAGARRE Cedric

31 - 5 LUNGHI Luca

32 - 11 JORGO Elvis

33 - 74 BLEAUD Cedric

34 - 27 SNAKEN Erick

35 - 3 CARUSO Corrado Cristiano

36 - 91 DESHAYES Benoit

37 - 8 BARTOLACELLI Omar

 

NON CLASSIFICATI         

346 QUINTANA Giorgio

88 SONTACCHI Maximilian

111 BERNARD Christophe

TUTTO PRONTO PER LA 4° EDIZIONE DELLA DREAM WORLD BRIDGESTONE CUP!

Countdownd iniziato per il tradizionale appuntamento con la Dream World Bridgestone Cup, la gara internazionale organizzata dalla Onlus Di.Di., riservata a piloti paralimpici.

Per questa 4° edizione, che si terrà il 26/27 agosto sul tracciato del Mugello, un record senza precedenti: griglia esaurita, con 42 piloti al via provenienti da Colombia, Francia, Belgio, Spagna, Austria, Repubblica Ceca e ovviamente Italia.

A breve il programma con tutti gli orari e le informazioni del weekend...non prendete impegni, noi vi aspettiamo al Mugello!

NUOVA DATA PER I CORSI DI GUIDA "LEARN AND TRY" - 27 LUGLIO, TAZIO NUVOLARI

Siete pronti?? Siete Freschi?? Segnate in agenda 27 luglio!
Eccoci finalmente con la 2° data di "Learn and Try", i corsi di guida pista/paddock organizzati dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili dedicati a tutti gli amanti delle due ruote con una disabilità, dai neofiti agli esperti.
Una giornata in esclusiva presso il circuito TAZIO NUVOLARI (Pavia) divisa tra pista e paddock, con la possibilità per gli allievi di noleggiare moto adattate e abbigliamento tecnico.
Prossimo appuntamento per giovedì 27 luglio...vi aspettiamo!
Per informazioni e prenotazioni: corsi@diversamentedisabili.it

EMOZIONI PER LA PRIMA DEL DD BRIDGESTONE CUP: VINCONO MALAGOLI E CASTELLI!

A tre settimane di distanza dalla “International Bridgestone Handy Race” ospitata all’interno del Gran Premio di Francia della Moto GP a Le Mans, i piloti paralimpici del Team DD sono scesi in pista lo scorso weekend a Vallelunga per il DD Bridgestone Cup 2017, la prima tappa del campionato italiano loro riservato. Vincono Castelli nelle 600cc. e Malagoli nelle 1000cc., mentre nella “Lesser Impaired” il primo gradino del podio è di Buriani.

L’autodromo romano di Vallelunga e il Gentlemen’s Motor Club hanno ospitato il 10 e 11 giugno non solo una fantastica competizione che ha visto schierarsi 21 piloti speciali che hanno scelto con caparbietà di non mollare mai e di andare oltre qualsiasi disabilità con un coraggio e una forza difficili da raccontare a parole, ma un evento che ha regalato forti emozioni a tutto il pubblico presente.

Perché quando si parla della Onlus Di.Di. non si parla solo di gare: sabato sera grande festa all’Idealgomme Bridgestone Village con un grande amico dei Di.Di., Alex De Angelis, che seppur impegnato con il Campionato del Mondo Superbike non ha voluto perdere l’occasione di trascorrere una fantastica serata con questi ragazzi speciali. Mentre alla domenica grandi emozioni con i sorrisi e la semplicità dei bambini dell’AGOP - Associazione Genitori Oncologia Pediatrica - ospiti ai box dei Di.Di., che hanno sommerso tutti con domande e curiosità, salendo sulle moto e “sgasando” come i veri piloti. Momenti unici e speciali come la gioia che abbiamo visto sui loro occhi.

La gara della domenica si caratterizza da una partenza in stile Le Mans, con i piloti fronte tribuna già schierati sulle loro moto: partenza lanciata per loro, eseguita perfettamente, e una gara combattuta e incerta sin sotto la bandiera a scacchi, complice l’applicazione dei coefficienti di disabilità sul tempo totale di gara. Crono di tutto rispetto, soluzioni tecniche speciali sulle moto di grande interesse e all’avanguardia per capacità di poter essere d’aiuto nella pratica del motosport agonistico. Un pubblico entusiasta ha seguito sugli spalti le gesta di questi veri campioni, tutti vincitori assoluti e a cui vogliamo ancora una volta tributare un grandissimo applauso.

Nella 600cc. vince Maurizio Castelli seguito da un grandissimo Alex Innocenti, al suo esordio su questo tracciato, e sul terzo gradino del podio Giorgio Quintana. Nella classe 1000cc. Emiliano Malagoli instancabile promotore e vera anima della Onlus Di.Di. riesce, nonostante l’impegno che un evento del genere comporta come organizzatore, a infilarsi la tuta e passare per primo sotto la bandiera a scacchi precedendo Emiliano Alberti e Franco Ubaldini. Nella categoria 1000cc. Lesser Impaired il vincitore è Mattia Buriani, che ha dominato per tutta la gara, davanti a Fulvio Giusti e Fabio Tagliabue. Ma tutti i piloti Di.Di. si sono distinti per la professionalità e il continuo miglioramento su un circuito fisicamente impegnativo come quello di Vallelunga. Progressi resi possibili grazie al sostegno di Bridgestone Italia e del Credito Cooperativo di Formello e Trevignano, Intrasecur Group e Fisiomet che per questa tappa hanno contribuito in modo determinante per la buona riuscita dell’evento. Infine applausi e musica per le premiazioni dei piloti all’Oasi IBeer che ha omaggiato tutti i vincitori con delle bottiglie celebrative.

Il prossimo appuntamento con i ragazzi esplosivi della Onlus Di.Di. sarà il 27 luglio sul circuito Tazio Nuvolari di Pavia, con i loro corsi di guida “Learn&Try”, mentre li rivedremo sfrecciare in pista il 26 e 27 agosto al Mugello per la seconda tappa del DD Bridgestone Cup, dove saranno presenti anche molti dei piloti stranieri che hanno partecipato al Gran Premio di Le Mans.

DOPPIETTA ITALIANA NELLA “INTERNATIONAL BRIDGESTONE HANDY RACE” A LE MANS. UN GRANDE SUCCESSO PER TUTTI!

La FOTOGALLERY completa di questo evento memorabile è disponibile QUI!

Si chiude nel migliore dei modi la prima edizione della International Bridgestone Handy Race, la gara internazionale riservata a piloti con disabilità al suo esordio nel palcoscenico mondiale della MotoGP durante il Gran Premio di Francia appena concluso.
Dopo la pioggia incessante che ha caratterizzato le prove libere e le qualifiche del venerdì, al sabato un pallido sole ha accompagnato questi piloti speciali in griglia di partenza, accolti dal calore e dagli applausi di tutto il pubblico presente sulle tribune colme, e dagli “addetti ai lavori” che non si sono voluti perdere questa emozionante competizione.
Partenza lanciata per loro, con 2 giri di warm up lap e 8 giri di gara: grazie alle telecamere presenti su tutto il tracciato di Le Mans, il pubblico ha potuto seguire tutte le fasi concitate grazie ai maxi schermi e ai monitor in pit line.
Nella classe 1000cc., il pole man Daniele Barbero è riuscito già dal 2° giro a mettere una distanza di sicurezza tra lui e il diretto avversario, il fortissimo Stephane Paulus, presidente dell’associazione Handy Free Riders e co-organizzatore di questo evento insieme alla Onlus Di.Di..
Alle loro spalle, nella categoria 600cc., Maurizio Castelli, è stato saldamente in testa per tutta la gara, seguito dal terzetto Reynolds (600cc.), Biard e Malagoli (entrambi nella categoria 1000cc.), in bagarre sin dalla prima curva e con continui sorpassi fino al 6° giro, quando Reynolds è riuscito ad allungare su Malagoli e Biard.
A tagliare il traguardo per primo l’italiano Barbero, seguito dal francese Paulus e dall’altro italiano Malagoli, presidente della Onlus Di.Di. Nella classe 600cc. la vittoria va a Maurizio Castelli, seguito dall’inglese Michael Reynolds e dallo spagnolo Alex Cruz.
Salire sul podio davanti migliaia di spettatori insieme a Stephane con cui abbiamo organizzato questo evento, e poi sentire per ben 2 volte l’inno italiano, è stata un’emozione indimenticabile!” – commenta Malagoli – “Siamo partiti da Binetto nel marzo 2013 con 7 piloti, e oggi eravamo a Le Mans nella MotoGP con 30 piloti provenienti da tutto il mondo. Io e Chiara Valentini abbiamo sempre creduto in questo progetto sportivo: quando siamo in moto, nessuno di noi si sente disabile, e oggi lo abbiamo dimostrato, dal primo all’ultimo, perché qui tutti hanno vinto, non solo chi è salito sul podio. Il successo di questa manifestazione va condiviso con Claude Michy, organizzatore del GP di Francia, e con il nostro Lucio Cecchinello, presidente onorario della Onlus ma soprattutto persona fantastica. E un ringraziamento ai nostri partner che ci hanno permesso di arrivare qui: primi tra tutti Bridgestone, che ci ha supportato sin dall’inizio, ma anche ACI Roma, Leasys, BMW, Intrasecur Group, Vanessa Paddock, Premier, TCX e Handytech”.
Si chiude, anzi si apre da qui, una pagina di storia del motociclismo paralimpico.
Il prossimo appuntamento per i ragazzi della Di.Di. sarà il 10 e 11 giugno a Vallelunga, per la prima gara del Di.Di.Bridgestone Cup., il campionato italiano riservato a questi piloti speciali, organizzato dall’Associazione.

IL TUO 5X1000 A Di.Di.

UN PICCOLO GESTO, UN GRANDE AIUTO!

Cari amici,
siamo nel periodo delle dichiarazione dei redditi, vi ricordiamo che potete indicare Di.Di. Diversamente Disabili come beneficiario del vostro 5 x 1000.

Nello spazio dedicato al sostegno del volontariato, basterà inserire il nostro

Codice Fiscale 92055310467

Un piccolo gesto, un grande aiuto per continuare a portare avanti tutte le nostre attività dedicate a chi ha una disabilità ma non vuole rinunciare a un sogno!

Ci date una mano anche voi?? Grazie mille!!

LA NOSTRA GARA IN DIRETTA STREAMING SABATO 20 MAGGIO ORE 17.40! (International Bridgestone Handy Race - Le Mans)

AMICI, UNA NOTIZIA FANTASTICA!!!

Sabato 20 maggio collegatevi in streaming su Eurosport France alle 17.30/17.40, daranno in diretta la nostra gara durante il Gran Premio della MotoGP a Le Mans!

Questo il link...vi aspettiamo davanti allo schermo! uno spettacolo...UNICO!!!!

http://oklivetv.com/eurosport-france-live/

International Bridgestone Handy Race - Le Mans, 19/20 maggio 

Archiviato il Gran Premio di Spagna della MotoGP a Jerez, c’è grande attesa per la prossima tappa. Non solo per la sfida dei nostri portacolori in Moto 2, Moto 3 e MotoGP, ma anche perché questa edizione porterà con sé una grande novità: a Le Mans sarà la prima volta infatti che un Gran Premio ospiterà al suo interno una gara riservata a piloti con disabilità.
International Bridgestone Handy Race è il nome della competizione che il prossimo 19 e 20 maggio vedrà schierati 32 piloti provenienti da Australia, Colombia, Finlandia, Inghilterra, Spagna, Belgio, Francia e ovviamente Italia: ovviamente, perché tutto il movimento del motociclismo paralimpico è partito proprio da qui, nel 2013, su spinta della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili.
Ci siamo, oramai manca veramente poco” commenta il Presidente e fondatore della Onlus Di.Di. Emiliano Malagoli “Questo traguardo è un’ulteriore dimostrazione che se crediamo veramente in un progetto e convogliamo tutte le nostre risorse verso quell’obiettivo, prima o poi lo possiamo raggiungere. Sono orgoglioso di questa grande opportunità, e ancor di più poter dimostrare a tutto il pubblico che ci seguirà che nella vita tutto è possibile: tutti noi abbiamo storie diverse, tutti noi abbiamo vissuto fasi della vita molto difficili, ma nonostante tutto non ci siamo arresi e ci siamo voluti riprendere con forza quello che ci era stato tolto. Con una consapevolezza in più: la vita è un fantastico dono e merita di essere vissuta al pieno delle proprie possibilità, che credetemi sono enormi”.


Sono 10 i piloti scelti per rappresentare l’Italia in questa competizione: oltre a Malagoli, si schiereranno in pista Daniele Barbero, Fabio Bitocchi, Omar Bortolacelli, Corrado Cristiano Caruso, Maurizio Castelli, Luca Guerzoni, Alex Innocenti,  Enrico Mariani e Giorgio Quintana. 
Due le categorie previste, 600cc. e 1000cc. con classifica separata, e una partenza singolare: stile endurance Le Mans, con i piloti schierati di fronte alla tribuna centrale sulle loro moto, per permettere anche a chi non può mettere i piedi a terra di essere sorretto dal proprio staff in sicurezza e partire per il warm up lap.

Questi  gli orari del weekend di gara:
Venerdì 19 Maggio 2017
- Ore 17.10 – 17.35 Prove Libere
- Ore 17.45 – 18.10 Qualifiche
Sabato 20 Maggio 2017
- Ore 17.30 Gara
Sarà possibile seguire i momenti salienti di questo evento memorabile attraverso la loro pagina Facebook 
www.facebook.com/DiversamenteDisabili/


A lanciare l’evento internazionale, ci penserà la giornalista Fiammetta La Guidara, che oggi, lunedì 15 maggio, presenta nella capitale l’anteprima del suo docu-film “Traguardi. La forza invisibile”, dove i protagonisti sono 3 piloti speciali: Emiliano Malagoli e Alan Kempster – entrambi amputati e impegnati in gara nel weekend della MotoGP a Le Mans il 20 maggio - e Nicola Dutto – paraplegico - in questi giorni in Marocco in preparazione della sua partecipazione alla Dakar 2018. L’anteprima si terrà al “Voice Restaurant” di Roma - Piazza Kennedy 13 alle ore 19.30 -  alla presenza degli artisti Jimmy Ghione e Max Giusti, del team manager del mondiale Superbike Genesio Bevilacqua, che ha ingaggiato già dallo scorso anno Malagoli nel suo Althea BMW Racing Team, nonché di Michel Fabrizio, ex pilota e attuale Team Manager del MF84 Pluston Althea. 

Estrazione dei 2 pass paddock offerti dal Team Althea Racing!

Carissimi amici, abbiamo fatto ieri, martedì 25 aprile, l'estrazione del biglietto vincente i 2 pass paddock per la SBK di Imola in programma per il prossimo 14 maggio, gentilmenti offerti dal Team Althea Racing!
Per tutti coloro che hanno acquistato il biglietto della lotteria, contribuendo alla raccolta fondi per la nostra Onlus, un ringraziamento enorme! E un grazie come sempre agli amici del Motoclub Scoordinati che ci supportano sempre in tutte le iniziative!
Il numero estratto è il 95 blu, il vincitore ci può contattare mandando una email a diversamentedisabili@gmail.com!

Sulla nostra pagina FB potete vedere il video dell'estrazione, qui sotto vi riportiamo alcuni scatti!
Grazie ancora a tutti e...complimenti al vincitore!!

AI NASTRI DI PARTENZA LA 2° STAGIONE DI “NEVER GIVE UP”

Riparte mercoledì 12 aprile la seconda stagione di Never Give Up, il programma televisivo dedicato agli sport paralimpici adrenalinici ideato dalla Onlus Di.Di.Diversamente Disabili e condotto da Annalisa Minetti e Chiara Valentini. Tra gli ospiti, la campionessa Martina Caironi, medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Londra e Rio nei 100mt, che ha provato l’ebrezza della moto in pista.

Dopo una prima stagione di successo, con un palinsesto che ha accompagnato i telespettatori per più di 5 mesi, con 250 passaggi televisivi e 120 ore di programmazione, ritorna “Never Give Up” l’appuntamento quindicinale dedicato a chi ha una disabilità e non vuol rinunciare agli sport adrenalinici.

Ideato dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili, supportato da Fiat Autonomy e prodotto da A&M Media Division, il format vuole offrire una diversa prospettiva ai telespettatori appassionati di motori, sport e velocità, un viaggio attraverso un mondo ancora poco conosciuto, quello della disabilità, che puntata dopo puntata dimostrerà come spesso i limiti sono solo nella nostra testa. Tecnologia, determinazione e passione sono il filo conduttore del programma, unico nel suo genere: “Abbiamo sviluppato delle abilità speciali che ci permettono di correre molto più rapidamente della nostra disabilità - dichiara Annalisa Minetti, conduttrice per il secondo anno consecutivo insieme a Chiara Valentini -, per questo ci piacciono le discipline sportive dove adrenalina e velocità creano un mix esplosivo che ci fa oltrepassare i nostri limiti. Attraverso Never Give Up  vi faremo conoscere persone speciali che nella loro vita hanno deciso di intraprendere una strada nuova, mai tracciata, offrendo un’opportunità in più agli altri per inseguire i propri sogni.”

Questo il commento di Umberto Murazio, responsabile di Fiat Autonomy, partner ufficiale della trasmissione: “Il programma Fiat Autonomy intende garantire la mobilità per tutti gli utenti, mettendo a disposizione delle persone con una disabilità le più moderne tecnologie che permettono di guidare facilmente e in sicurezza un mezzo su strada. Ma ci dedichiamo anche allo sport e alle competizioni, perché siamo convinti che una volta recuperata la mobilità personale, lo sport sia la riabilitazione migliore per sviluppare abilità diverse. Per questo abbiamo deciso di sostenere “Never Give Up”, che riteniamo essere un ottimo strumento di divulgazione e approfondimento su temi che ancora in pochi conoscono, e sicuramente uno stimolo per poter spostare i propri limiti più in là.

Nella prima puntata, che andrà in onda mercoledì 12 aprile alle ore 22.30 su AutomotoTV (canale 148 di Sky), l’intervista a  Martina Caironi, pluricampionessa e medaglia d’oro alle paralimpiadi di Londra e Rio nei 100mt, alla sua prima esperienza di moto in pista. Ospite in studio Emiliano Malagoli, presidente della Onlus Di.Di., per presentare l’“International Bridgestone Handy Race”, la internazionale che verrà ospitata all’interno della MotoGP durante il Gran Premio di Francia sul circuito di Le Mans il prossimo 19, 20 e 21 maggio, e la partecipazione questo weekend del primo pilota paralimpico, Daniele Barbero, alla storica competizione della 24 Ore di Le Mans con il No Limits Special Team Ducati.

A seguire la programmazione settimanale:

Mercoledì 12 aprile ore 22.30

Giovedì 13 aprile ore 23.30

Venerdì 14 aprile ore 14.30

Sabato 15 aprile ore 5.30 / 13.30 / 17.00

Domenica 16 aprile ore 1.00 / 11.00 / 19.00

Martedì 17 aprile ore 7.30

GRAN PREMIO DI FRANCIA: I DIVERSAMENTE DISABILI A PARIGI INSIEME AI PILOTI DELLA MOTOGP

Scenario internazionale per la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili: si è svolta ieri mattina, mercoledì 29 marzo, a Parigi, la presentazione stampa del Gran Premio di Francia della MotoGP in programma per il prossimo 19, 20 e 21 maggio sul circuito di Le Mans.

Insieme ai piloti francesi della MotoGP Joann Zarco, Loris Baz, Fabio Quartararo, Jules Danilo e al pilota tedesco Jonas Folger, c’erano anche loro: Emiliano Malagoli della Di.Di. Diversamente Disabili Onlus, e Stephane Paulus e Kevin Simonato, della Handy Free Riders (l’omonima Di.Di. francese), le associazioni organizzatrici dell’“International Bridgestone Handy Race”, la competizione dedicata a piloti disabili che sarà ospitata all’interno di questo evento mondiale.

Il primo intervento di apertura della conferenza è riservato proprio a loro: Emiliano e Stephane hanno presentato i 30 riders che parteciperanno alla gara (provenienti da Australia, Colombia, Inghilterra, Finlandia, Spagna, Belgio, oltre ovviamente a Italia e Francia), e ringraziato in particolare Claude Michy, organizzatore del Gran Premio di Francia, e Lucio Cecchinello, Team Manager della LCR Honda MotoGP, oltre che FIM e Dorna, per aver contribuito in modo determinante alla realizzazione di questo progetto in MotoGP.

Di una cosa Emiliano e Stephane sono certi: offriranno agli addetti ai lavori e al grande pubblico uno spettacolo mai visto prima, dimostrando nel contempo che nulla è impossibile se si crede veramente in un sogno. Un messaggio importante, che va oltre lo sport.

Anche le principali istituzioni francesi dedicate al motociclismo, in particolare il Presidente della Federazione Motociclistica Francese Jacques Bolle, e il Presidente dell’ ACO Club Le Mans Pierre Fillon, si sono dette orgogliose e onorate di poter ospitare nel palcoscenico mondiale questa competizione unica, dove passione e determinazione annullano i limiti della disabilità.

Molta la curiosità del pubblico presente e degli stessi piloti della MotoGP nel vedere un video trasmesso dai monitor della sala (in una location esclusiva, sul fiume Senna a bordo del Bateauz Mouches), gli adattamenti tecnici e le soluzioni adottate dai questi piloti speciali per guidare i loro mezzi: dal gas, frizione e freno anteriore sulla manopola di sinistra, allo stivale girato al contrario, ai comandi spostati a manubrio dai piloti paraplegici, alle protesi modificate.

Grandissima attesa per questa gara dunque, che godrà della copertura televisiva e radiofonica da parte dalle principali emittenti francesi, anche attraverso i loro canali social e web: Eurosport, France TV Sport 3, RMC Info Talk Sport realizzeranno servizi e interviste dedicate.

Chissà che l’Italia, prima o poi, riesca a cogliere l’assist dei cugini transalpini.

I RAGAZZI BIONICI DELLA ONLUS DI.DI. ENTUSIASMANO IL MOTODAYS

Presentate sabato 11 marzo, al Motodays di Roma, le attività 2017 della Onlus Di.Di.. Una raggiante Annalisa Minetti ha annunciato la partecipazione dei piloti paralimpici italiani alla “International Bridgestone Handy Race” durante il Gran Premio di Francia della MotoGP, e la seconda stagione di “Never Give Up”, il programma televisivo dedicato al binomio motori/disabilità. Spazio anche alla sicurezza con i nuovi corsi di guida “Learn&Try”.

I ragazzi “bionici” del Team Di.Di. sono riusciti, ancora una volta, a incuriosire positivamente il grande pubblico del Motodays grazie al loro entusiasmo con cui, con le loro nuove divise, si sono presentati visibilmente emozionati sul palco principale della Fiera per presentare i programmi della stagione.

L’appuntamento è di quelli importanti: capitanati dalla loro madrina Annalisa Minetti e da Emiliano Malagoli,  presidente della Onlus, e con l’orgoglio di chi sa di “averla fatta grossa”, hanno annunciato la loro partecipazione al Gran Premio di Francia della MotoGP, il prossimo 19/20 maggio sul circuito di Le Mans. Una partecipazione che non li vedrà spettatori, bensì protagonisti di una competizione, la “International Bridgestone Handy Race”, insieme ad altri 20 piloti disabili provenienti da Nuova Zelanda, Australia, Colombia, Finlandia, Inghilterra, Belgio, Francia e Spagna.

E’ la prima volta che una gara di motociclismo paralimpico viene ospitata all’interno di un campionato  di rilevanza internazionale: se poi si considera che fino a 5 anni fa, prima della nascita della Onlus Di.Di., non esisteva una realtà simile, e che il campionato di rilevanza internazionale si chiama “MotoGP”, è un traguardo storico.

Sul palco anche i partner della Onlus che fin dall’inizio hanno creduto e affiancato i Di.Di. in questo progetto innovativo fornendo un aiuto determinante per la loro crescita: Claudio Comigni, Manager Motorcycle Products Sales di Bridgestone Europe NV/SA, che si è detto orgoglioso dei traguardi sportivi raggiunti in così poco tempo da un gruppo di ragazzi con una passione smisurata per le due ruote e per la vita. E Diego Coco, Presidente di Intrasecur Group e dell’Accademia Europea Tutela Privata, che ha compreso sin da subito la funzione sociale e riabilitativa delle molteplici attività promosse dalla Onlus.

Un ringraziamento speciale è stato rivolto anche a Alessandro Potito, titolare del gruppo Vanessa Viaggi, partner di LCR HONDA e del VR46, che ha deciso per quest’anno di affiancare anche il Team DD, e agli altri partner della Onlus: Leasys, ACI Roma, BMW, TCX, Ottobock, Ortopedia Michelotti, Handytech, Premier, Thermal Technology e Fisiomet, che consentono ogni anno di sviluppare sempre di più i progetti  dedicati non solo allo sport, ma anche ad attività sociali e di sensibilizzazione alla sicurezza stradale.

Proprio in questo contesto è stato annunciato anche l’appuntamento con “Learn&Try”, i corsi di guida promossi dalla Onlus. La loro particolarità è che sono dedicati a 360° a chi ha una invalidità fisica: disabili gli allievi, e disabili anche buona parte degli istruttori, e le moto sono adattate, con i comandi spostati in base alle diverse esigenze fisiche. La novità di quest’anno è il corso “Pro”, dedicato a chi ha esperienza di pista ma vuole migliorare le proprie prestazioni sportive. Tra gli istruttori, il campionissimo Nicola Dutto, pilota ufficiale KTM, che il prossimo anno sarà il primo concorrente paraplegico al mondo a partecipare alla Dakar in moto. L’appuntamento è per il prossimo 7 aprile al circuito Tazio Nuvolari (PV).

In chiusura, Annalisa Minetti, che dallo scorso anno conduce il programma televisivo “Never Give Up”, un format quindicinale unico nel suo genere che affronta temi legati alla disabilità nella guida dei mezzi a due ruote, sia per mobilità che per semplice passione. “Sono molto orgogliosa di annunciare che a metà aprile partirà la seconda stagione di “Never Give Up” –  dichiara Annalisa -: è stata un’esperienza sensazionale che mi ha portato a conoscere la passione straordinaria che questi ragazzi speciali hanno per le moto e le soluzioni tecniche che hanno adottato per poterle guidare. Quest’anno, con Chiara Valentini, vogliamo allargare i nostri orizzonti nei motori a 360° perché ci sono tantissime opportunità per chi vuole provare l’adrenalina della velocità e dei cavalli, non solo su 2 ruote. Questo viaggio sarà possibile grazie alla produzione di A&M Media Division e al supporto di Fiat Autonomy che da più di 20 anni sostiene con tutte le sue risorse la mobilità dei diversamente abili e lo sport paralimpico. Li ringrazio personalmente, perché incentivano il ritorno all’indipendenza che per noi è fondamentale per non sentirci discriminati”. Questo il commento di Umberto Murazio, responsabile di Fiat Autonomy: “Il nostro programma intende garantire la mobilità per tutti gli utenti, mettendo a disposizione delle persone con una disabilità le più moderne tecnologie che permettono di guidare facilmente e in sicurezza un mezzo su strada. Ma ci dedichiamo anche allo sport e alle competizioni, perché siamo convinti che una volta recuperata la mobilità personale, lo sport sia la riabilitazione migliore per sviluppare abilità diverse. Per questo abbiamo deciso di sostenere il progetto di “Never Give Up”, che riteniamo essere un ottimo strumento di divulgazione e approfondimento su temi che ancora in pochi conoscono, e sicuramente uno stimolo per poter spostare i propri limiti un po’ più in là.

L’appuntamento con la nuova stagione di “Never Give Up” è per mercoledì 12 aprile sul canale 148 di Sky, AutomotoTV.

Neanche il tempo di tornare a casa, e i Di.Di. ripartiranno questo weekend alla volta del circuito francese di Le Mans, per i primi test ufficiali (il 20 e 21 marzo) in vista della gara del 20 maggio. Sarà possibile seguirli in questa nuova avventura attraverso la loro pagina FB https://www.facebook.com/DiversamenteDisabili/

Aperte le iscrizioni al Di.Di.BRIDGESTONE CUP 2017

Hai una disabilità e il motociclismo è il tuo sport preferito? Allora sei nel posto giusto!

Aperte le iscrizioni alla 4° edizione del Di.Di.Bridgestone Cup, il campionato riservato a piloti disabili. Due le categorie (600cc. e 100cc.), due le tappe (Vallelunga e Mugello) e tanto entusiasmo! Per info e iscrizioni cliccate qui o scrivete a ddcup@diversamentedisabili.it

Alex Zanardi ed Emiliano Malagoli: 2 piloti "speciali" testimonial di Sciabile

Comunicato stampa 


San Donato Milanese, 14 Febbraio 2017

Alex Zanardi e Emilano Malagoli, due piloti “Speciali” testimonial di SciAbile.
Alessandro Zanardi atleta plurimedagliato e pilota e Emiliano Malagoli pilota dell’Althea BMW Racing Team si raccontano sulle piste di SciAbile.


SpecialMente è il progetto di responsabilità sociale d’impresa di BMW Italia. Il nome del progetto, nato dalla collaborazione con Dynamo Camp e Ospedale San Raffaele di Milano è diventato il simbolo dell’impegno di BMW Italia in tema di inclusione sociale, dialogo interculturale, sicurezza stradale. Un simbolo che ha fatto del linguaggio della differenza una ricchezza per i valori del brand e che ci ha aiutato a mantenere una posizione di leadership in termini di reputazione in Italia.
Nell’ambito delle attività dedicate ai temi dell’inclusione sociale Progetto SciAbile è il progetto più longevo. Attiva dal 2003 la scuola di sci per disabili di Salice d’Ulzio ha portato oltre 1.050 persone sugli sci e ha erogato oltre 10.000 ore di lezioni gratuite per gli utenti.
“Abbiamo fatto tanta strada insieme - ha dichiarato Sergio Solero Presidente e AD di BMW Italia - ma moltissimo c'è ancora da fare per provare a dare dei segni importanti per costruire una società più integrata, e più tollerante. Noi cerchiamo di dare un piccolo contributo che testimoni anche la nostra voglia di restituire alla società in cui viviamo ed operiamo una parte del successo che questa stessa società ci riconosce. E ci piace ricordare che tanta parte del progetto SpecialMente è nata sulle piste di Salice d’Ulzio, con i maestri di Sauze Project, con Alex e con i magnifici ragazzi di Progetto SciAbile che, come Cocca, ogni volta ci insegnano a vivere.”
Testimonial del progetto fin dal suo esordio Alex Zanardi pilota e atleta paralimpico plurimedagliato. Quest’anno, per la prima volta, un altro pilota “bionico” (come ama definirsi) Emiliano Malagoli, che corre con il team Althea BMW Racing Team nella Bridgestone Cup, partecipa a Progetto SciAbile.
Sono felice che Emiliano abbia riprovato a sciare –ha sottolineato Alex Zanardi – il suo gesto dimostra ancora una volta che i limiti sono quelli che imponiamo da soli e non quelli che le condizioni in cui ci troviamo prospettano. Partecipo a Progetto SciAbile dal 2003 e vedo ancora oggi negli occhi dei maestri e dei ragazzi che partecipano lo stesso entusiasmo e la stessa gioia.
Emiliano Malagoli ha perso la gamba destra nel 2011 in un incidente stradale in moto e ha fatto di quell’incidente una ragione di vita. Una nuova vita, che l’ha portato a dedicarsi di più agli altri, e a fondare la Onlus Di. Di. Diversamente Disabili e a creare con Chiara Valentini la Fimpar, Federazione Italiana Motociclistica Paralimpica. Obiettivo: rimettere in sella i motociclisti che hanno subìto un’amputazione. Oggi Emiliano si è lanciato in una nuova sfida: tornare a sciare sullo snowboard con Progetto SciAbile.
È stata una gioia incredibile tornare sulla tavola da Snowboard – ha sottolineato Emiliano - l’entusiasmo la passione e la professionalità che trasmettono i maestri è contagiosa, non avrei mai smesso“ 

Appuntamenti 2017 con i DD

Dopo il Motor Bike Expo di Verona, ecco il calendario dei prossimi appuntamenti dei DD:

9/12 marzo 2017: Di.Di. sarà al Motodays di Roma, la fiera delle moto più importante del centro/sud italia, a vostra disposizione per darvi tutte le informazioni su Patenti A Speciali, Corsi di Guida e calendario gare.

Inoltre, una bellissima iniziativa per tutti voi: la Mototerapia, promossa da Vanni Oddera (qui un bellissimo servizio de "Le Iene"), che vi permetterà di provare l'ebrezza della moto! Per informazioni e prenotazioni: Valecross02@hotmail.it

7 aprile 20171° Corso di Guida "Learn&Try" al circuito Tazio Nuvolari (PV) per i soci DD. Ripartono ufficialmente i corsi di guida dedicati a chi ha una disabilità e vuole risalire in sella. La nostra Scuola vi mette a disposizione moto adattate in base alle vostre disabilità e abbigliamento tecnico completo. Per i piloti paraplegici ci sarà un istruttore d'eccezione: Nicola Dutto, pilota ufficiale KTM, impegnato nella Coppa del Mondo Baja che il prossimo anno parteciperà alla mitica Dakar! Inoltre possibilità di prenotare 3 ore e mezza di prove libere e da quest'anno una novità: il corso PRO, dedicato a chi ha già esperienza di pista ma vuole migliorare le proprie prestazioni sportive. Attenzione, posti limitati e circuito in esclusiva! Per info mandate una email a corsi@diversamentedisabili.it

19/21 maggio: a Le Mans, in Francia, ci sarà un evento memorabile. La "International Bridgestone Handy Race", la nostra gara internazionale riservata a piloti con disabilità provenienti da tutto il mondo andrà in scena durante il Gran Premio della MotoGP! Stavolta al muretto, a fare il tifo per noi, ci saranno loro, i grandissimi di questo sport, i nostri idoli della MotoGP, Moto 2 e Moto 3! Faremo a breve una pagina dell'evento...seguiteci, per un appuntamento così ci servirà il vostro sostegno!!!

Di.Di.Bridgestone Cup: sono aperte le iscrizioni al Di.Di.Bridgestone Cup 2017, il campionato riservato a piloti con disabilità. Due le date in programma: 11 giugno a Vallelunga e 27 agosto al Mugello, che sarà anche gara internazionale. Per informazioni scrivete a ddcup@diversamentedisabili.it 

Convenzioni: per i nostri soci tante convenzioni per l'acquisto di caschi, tute, stivali, protesi e ausili ortopedici di Ottobock, e componentistica per la propria moto

DD AL MOTOR BIKE EXPO DI VERONA (20/22 GENNAIO 2017)

Cari amici, ecco il primo appuntamento dell'anno dei Di.Di.!
Vi aspettiamo il 20, 21 e 22 gennaio a Verona per il Motor Bike Expo pronti a darvi tutte le informazioni sul nostro campionato italiano, sulle patenti A Speciali, i corsi di guida e tutto ciò che riguarda 2 ruote e la disabilità.
E stavola DD raddoppia: ci trovate sia al nostro stand (Pad.7/Stand 17C) dove sarà possibile associarsi e acquistare il nostro merchandising (braccialetti e sottocollo "NEVER GIVE UP"), sia presso lo stand Bridgestone (Pad.6/Stand 23R).
Vi aspettiamo!!

3 ANNI DI STORIA DD IN UN VIDEO...

Difficile far capire alle persone cosa facciamo e chi siamo....in pochi minuti ecco raccontata la nostra storia da quando siamo nati (2013) a oggi...vedere per credere!!!

I DD ALLA MOTOGP NEL 2017!!!

Anteprima mondiale per il 2017: durante il Gran Premio di Francia della MotoGP il prossimo 19, 20 e 21 maggio ci saranno i piloti disabili delle associazioni Di.Di.&HFR con la loro gara internazionale dedicata al motociclismo paralimpico

A dare uno slancio in più all’ultima tappa 2016 della MotoGP a Valencia, con i titoli delle 3 classi già assegnati, ci hanno pensato loro, i piloti disabili.

Il circuito Ricardo Tormo, oltre ad ospitare i talenti del motomondiale lo scorso 13 novembre, ha fatto da cornice all’accordo tra l’associazione italiana Di.Di. Diversamente Disabili, l’associazione francese Handy Free Riders, Claude Michy, Promotore della tappa francese della MotoGP e Vito Ippolito, Presidente della FIM, per ospitare proprio durante il Gran Premio di Francia di Le Mans, il 19/20 e 21 maggio prossimi, la gara internazionale dedicata a piloti con disabilità.

Una grande opportunità per tutto il motociclismo paralimpico, disciplina nata appena 4 anni fa su spinta della Onlus italiana Di.Di. Diversamente Disabili che per prima al mondo ha organizzato gare riservate a piloti con disabilità: Australia, Nuova Zelanda, Colombia, Francia, Inghilterra, Spagna e Belgio i paesi coinvolti nelle 3 precedenti edizioni della Di.Di. World Bridgestone Cup. E con la crescita del movimento e la nascita in Francia nel 2016 della “PMR Bridgestone Cup” (Piloti con Mobilità Ridotta) promossa dalla Handy Free Riders di Stephane Paulus, entrambe le associazioni hanno deciso per il 2017 di fare il grande passo: proporre una tappa del loro campionato durante la MotoGP.

Non si tratta solo di sport, questi ragazzi sono portatori sani di entusiasmo e determinazione: la loro forza è contagiosa, e sono la dimostrazione vivente del “Never Give Up,”(non a caso è i loro motto), ossia mai arrendersi, perché nella vita tutto è possibile. Un messaggio diretto e immediato che è stato molto apprezzato dai vertici della MotoGP e della FIM.

Per il “sì” definitivo, fondamentale è stato il supporto di uno dei protagonisti della stagione 2016 della MotoGP, Lucio Cecchinello, Manager del Team LCR Honda nonché Presidente onorario della Di.Di. E la lungimiranza di Claude Michy, promotore del GP di Francia, che si è detto entusiasta di poter accogliere un evento unico come questo.

Emiliano Malagoli, fondatore e presidente della Di.Di. Diversamente Disabili “Quando abbiamo iniziato nel 2013 a promuovere il motociclismo per disabili in Italia mi prendevano per matto. Ma il progetto è stato accolto dai ragazzi con tale entusiasmo che per soddisfare le tante richieste abbiamo creato una scuola guida con moto adattate, un progetto per facilitare l’ottenimento della Patente A Speciale e un campionato riservato, nazionale e internazionale. Abbiamo riportato in sella più di 150 persone con disabilità, fatto rilasciare 35 patenti AS, organizzato 8 gare dedicate con la partecipazione di circa 80 piloti di diverse nazionalità: a Valencia è stata la prima volta che mi sono sentito dire dai vertici che il nostro progetto è uno stimolo e non un problema. E’ un grandissimo riconoscimento.

Non saremo mai arrivati a questo punto senza il supporto fondamentale di Bridgestone Italia e degli altri nostri partner come Premier, Leasys, Honda e Aci Roma. Un ringraziamento speciale lo voglio fare a Lucio Cecchinello, a Claude Michy e alla FIM per aver creduto nelle nostre potenzialità e per averci affidato l’organizzazione di un appuntamento così importante insieme a Stephane Paulus, che stimo moltissimo come persona e come pilota. Portare tutti i nostri ragazzi nel palcoscenico mondiale è un grande onore!”

Stephane Paulus, fondatore e presidente della Handy Free Riders: “Siamo veramente felici di organizzare questo evento insieme ai nostri omonimi italiani della Di.Di. Diversamente Disabili, è un onore poter portare il motociclismo paralimpico in una vetrina così importante. Voglio ringraziare i nostri partner, Bridgestone, GD-Home, Worldline e tutte le persone, i volontari e i piloti che credono nei nostri progetti e ci supportano.

Claude Michy, promotore del Gran Premio di Francia: “Stephane Paulus ha iniziato ad esibirsi a Mans nel 2012 durante lo “Show Mécanique” (NDR. manifestazione organizzata il sabato sera durante il Gran Premio, sulla griglia di partenza), dando dimostrazione di una concreta capacità di superare il proprio handicap. La creazione di un campionato riservato a piloti disabili meritava quindi di essere ospitato all’interno di un evento di rilevanza mondiale quale è il Gran Premio di Francia, ed è una gran fortuna per noi organizzarlo con il coinvolgimento di Stephane ed Emiliano Malagoli, fondatori di questo genere di competizioni”.

Lucio Cecchinello, Manager del Team LCR Honda in MotoGP: “Ho partecipato ad alcuni loro eventi, quello che ti colpisce è lo spirito con cui affrontano la vita di tutti i giorni  e il messaggio che portano in sé semplicemente guardandoli, ossia che non bisogna mai arrendersi perché ci sono infinite possibilità. Sono contento di potermi mettere a loro disposizione: Emiliano e Stephane stanno facendo un gran lavoro nei loro paesi, ed è giusto aiutarli in tutti i modi possibili. Sono convinto che sarà un evento unico ed emozionante anche per noi “addetti ai lavori”.

Ci trovate a EICMA!

Tutto pronto per la kermesse milanese dedicata alle 2 ruote: sta per partire EICMA, il salone internazionale più importante d'Europa. In questa cornice prestigiosa non potevano mancare i DD: ci troverete al Padiglione 2 - Stand Q26 (stand Bridgestone Italia) e saremo a vostra disposizione per darvi tute le informazioni suPatenti A Speciali, i nostri corsi di guida con moto adattate, a stagione agonistica 2017, gli adattamenti per la vostra moto.

E sabato 12 novembre, ore 15.00, premieremo i nostri campionissimi che per tutto l'anno si sono sfidati nel DD Bridgestone Cup 2016!!!

I piloti del Team DD volano alla 200 Miglia del Mugello

Dopo 2 ore e 29 minuti di gara Daniele Barbero e Fabio Tagliabue, top riders del Team DD, chiudono con una splendida 9°posizione questa ottava edizione della 200 Miglia del Mugello caratterizzata da condizioni meteo proibitive e da 24 equipaggi agguerritissimi.

Ci hanno ormai abituato a risultati strabilianti i piloti con disabilità del team DD Diversamente Disabili,  che sulle due ruote davvero hanno carte e numeri da veri campioni. Lo hanno dimostrato anche questo weekend, alla 200 Miglia del Mugello, una gara per team composti da massimo di tre piloti, fatta di intelligenza, tattica e capacità di gestione della corsa, oltre che di spirito di squadra.

A sfidarsi, ventiquattro equipaggi iscritti per questa ottava edizione della 200 Miglia del Mugello che verrà sicuramente ricordata per le condizioni meteorologiche proibitive che hanno costretto più volte la Direzione gara a posticipare gli appuntamenti in pista.
Per i DD hanno partecipato Fabio Tagliabue e Daniele Barbero, top riders del Team (il primo, neo vincitore del DD Bridgestone Cup 2016 e il secondo, vincitore nel 2014), mentre numerosi nomi illustri del motociclismo italiano non hanno voluto mancare a questo evento di fine anno sul circuito toscano, tra cui Manuel Poggiali, Dario Marchetti ed Eddi la Marra.

Dopo 2 ore e 29 minuti di gara sotto una pioggia incessante, a tagliare il traguardo per primo è stato l’equipaggio composto da Marco Muzio e Ivan Clementi, seguiti da Eddi La Marra in coppia con Remo Castellarin e da Dario Marchetti, Manuel Poggiali e Luca Bono che conquistano la terza posizione. Una splendida nona posizione per i DD Divesramente Disabili, che possono ritenersi molto più che soddisfatti: considerando i talenti in gara, la loro prestazione è stata eccellente, così come il supporto offerto dagli altri componenti del Team DD impegnati al box per tutte le operazioni necessarie, dal cambio moto ai rifornimenti, alla tabella di segnalazione, al cambio gomme.

Prossimi appuntamenti - Si chiude così, con un altro risultato importante, la stagione agonistica di questi piloti speciali, che anno dopo anno stanno dando dimostrazione di poter competere ad altissimi livelli seppur con una menomazione fisica.  Giusto il tempo di “asciugarsi”, e li rivedremo tutti la prossima settimana a Milano per l’EICMA dove saranno presenti allo stand di Bridgestone Italia (Pad. 2 – StandQ26) per dare informazioni a tutti i ragazzi disabili appassionati delle due ruote sulle attività sportive 2017 e sui corsi di guida, Patenti A Speciali e moto adattate.
Appuntamento da non perdere, poi, sabato 12 novembre alle ore 15.00, sempre allo stand Bridgestone, con le premiazioni dei campioni del DD Bridgestone Cup 2016.

(www.disabili.com)

I DD incontrano Papa Francesco

Incontrare un piccolo grande uomo come Papa Francesco, lascia il segno nel cuore.

Mercoledì 19 ottobre, i DD e i loro familiari hanno visto e salutato questo piccolo grande uomo vestito di bianco, partecipando all'udienza in Piazza San Pietro. Tante le emozioni, specialmente quando il Santo Padre ha baciato uno dei "piccoletti" della famiglia DD, e quando durante la celebrazione ha ricordato la nostra associazione...brividi!

E a chiudere questa bellissima giornata, una visita privata alla Cappella Paolina e Sistina. Grazie a tutti e 110 i presenti per aver condiviso ancora una volta una giornata in famiglia, ma soprattutto grazie al nostro Emiliano C. che ha permesso tutto ciò!

A Papa Francesco abbiamo lasciato in omaggio la nostra maglietta e i nostri braccialetti Never Give Up, chissà che magari non si farà un selfie o ci chiamerà ;)

Al Mugello il grande spettacolo dei piloti disabili (27/28 agosto 2016)

Un successo strabiliante la 3° edizione della Dream World Bridgestone Cup, l’unico appuntamento internazionale dedicato al motociclismo paralimpico andato in scena questo weekend al Mugello. Tifosi d’eccezione Lorenzo Savadori, Marco Melandri, Lucio Cecchinello, Maddalena Corvaglia, Giovanni Di Pillo, Max Temporali, Dario Marchetti, Gianluca Nannelli. Assegnati anche i titoli italiani 2016: vincono Guerzoni per le 600cc. e Tagliabue per le 1000cc.

La Dream World Bridgestone Cup non è solo una gara, ma un vero e proprio evento internazionale. Centinaia i tifosi accorsi al Mugello per conoscere questi piloti speciali, i “DD”, che per l’intero weekend oltre a sfidarsi tra i cordoli hanno lanciato un messaggio importante: non c’è limite alla passione, la disabilità non è inabilità, bensì adattabilità.

A dimostrarlo su tutti, il francese Stephane Paulus, pilota paraplegico (non ha l’uso delle gambe e degli addominali), che al suo esordio sul tracciato toscano ha fatto registrare un incredibile 2.06, un tempo che gli permetterebbe di qualificarsi tranquillamente a metà griglia in alcuni trofei nazionali dove corrono i piloti normodotati. E come Luca Guerzoni, anche lui al battesimo del Mugello, che privo dell’arto superiore destro da meno di un anno, ha fermato il crono su 2.15.

Ventinove i partenti provenienti da Italia, Colombia, Francia, Belgio e Inghilterra. E quattro le categorie previste: Sitting, Upper Limb, Lower Limb e Lesser Impaider, sia per le 600cc. che per le 1000cc.

La direzione gara ha studiato per loro una partenza ad hoc mai sperimentata prima, per permettere anche ai piloti paraplegici (ben 8!), di partire dalla griglia: schierati in fondo, in modo da poter essere sorretti dal loro staff per la partenza, durante il warm up lap con la safety car avanti come avviene per le gare automobilistiche, hanno potuto riappropriarsi delle loro posizioni. Partenza lanciata dunque, eseguita perfettamente, che ha visto scattare in pole Daniele Barbero in sella al suo Suzuki 1000cc., alla testa della corsa con il passo di 2.04 fino al 6° giro quando purtroppo è incappato in una scivolata, lasciando aperta la bagarre per il primo posto assoluto tra Giusti, Buriani e il francese Pillard. Fuori dai giochi Paulus, che purtroppo incappa in una scivolata senza conseguenze all’ottavo giro. Nelle 600cc. gli italiani Ubaldini e Guerzoni riescono in pochi giri ad allungare sui diretti inseguitori. Buona anche la prestazione del colombiano Christian Felipe Rodriguez che ha lavorato per un intero anno pur di essere presente a questa manifestazione, per la prima volta in sella a una Suzuki 600 adattata per lui dal team toscano SB Garage.

Grande incitamento da parte del pubblico durante i 10 giri di gara, grazie anche all’inconfondibile voce in cabina di commento di Giovanni Di Pillo, Max Temporali e Marco Melandri.

La classifica finale viene elaborata con l’applicazione dei coefficienti di disabilità come avviene per le paralimpiadi, e cambia le posizioni in alcune categorie: per la Sitting 600cc. vince l’inglese Michael Reynolds, mentre per la Sitting 1000cc. il francese Aurelien Doolaeghe. Podio tutto italiano per la categoria  Upper Limb 600cc.con Guerzoni al primo posto, seguito da Arlati e Aranciofebo; nelle Upper Limb 1000cc. è invece il toscano Malagoli, fondatore e creatore di tutto questo movimento paralimpico, a salire sul gradino più alto del podio, seguito da Mariani. Nelle 600cc. Lower Limb vince Ubaldini, che precede Quintana e il francese Bleaud. Nella Categoria Lesser Impaired 1000cc. è il toscano Giusti a festeggiare sia il primo posto assoluto che di categoria, relegando alle proprie spalle Pillard e Buriani.

Il punteggio finale decide anche le classifiche del DD Bridgestone Cup, il campionato italiano riservato ai DD: per il secondo anno consecutivo Fabio Tagliabue si conferma vincitore nelle 1000cc., mentre nelle 600cc. il titolo va all’esordiente Luca Guerzoni.

Il podio è l’atto conclusivo di un evento memorabile: tanti gli inni nazionali suonati, come tanti i colori delle bandiere innalzate. E a rendere più magico questo momento ci hanno pensato i “big” di questo sport, presenti per l’intero weekend: Lorenzo Savadori, Marco Melandri, Giovanni Di Pillo, Max Temporali, Dario Marchetti, Gianluca Nannelli e Giancarlo Falappa hanno festeggiato insieme la chiusura di una straordinaria edizione della Dream Cup. Anche Lucio Cecchinello e Maddalena Corvaglia, impossibilitati a partecipare, hanno voluto sostenere questi ragazzi con un videomessaggio. Assenti invece le istituzioni, Federazione Motociclistica e CIP.

Si conclude con una crescita esponenziale la stagione agonistica 2016 dedicata al motociclismo paralimpico, crescita resa possibile grazie al grande sforzo della Onlus DD Diversamente Disabili e ai partner di questa associazione (Bridgestone, Premier, Leasys, Ottobock e Ortopedia Michelotti) che hanno dato un contributo determinante a trasformare un sogno, nato solo 3 anni fa dall’idea di un ragazzo divenuto disabile a seguito di in un incidente stradale in moto, in una bellissima e concreta realtà internazionale.

IL BRACCIALETTO DELL’ESTATE 2016 !

Anche Maddalena Corvaglia e Marco Melandri sono stati nevergivappizzati!

Resistente, colorato, scegli il tuo «NEVER GIVE UP» e con soli 6,00 € (compresa spedizione) ci aiuterai a finanziare le nostre attività.

Vuoi anche tu il nostro braccialetto? Vai alla pagina Merchandising e trovi tutte le informazioni su come averlo!

PARTECIPA ANCHE TU! Compra il nostro braccialetto, indossalo e fai una foto. Tagga la nostra pagina Facebook www.facebook.com/DiversamenteDisabili (devi prima mettere il like), aggiungeremo la tua foto all'Album dedicato agli amici del "Never Give Up"!

Motociclismo paralimpico in scena al Mugello per la Dream World Bridgestone Cup (27/28 agosto 2016)

La passione oltre ogni confine: count down iniziato per l’evento più importante di questo 2016 organizzato dalla Onlus DD Diversamente Disabili. Trenta piloti disabili provenienti da Colombia, Francia, Belgio, Inghilterra e Italia si sfideranno questo weekend sul tracciato del Mugello per la 3° edizione della Dream World Bridgestone Cup, l’appuntamento internazionale dedicato al motociclismo paralimpico.

Ancora pochi giorni per l’appuntamento più importante dell’anno per la Onlus DD Diversamente Disabili: si svolgerà questo weekend, sul tracciato mondiale del Mugello, la 3° edizione della Dream World Bridgestone Cup, la competizione internazionale dedicata a piloti disabili ideata dalla stessa Associazione che per prima al mondo ha proposto una nuova disciplina sportiva: il motociclismo paralimpico.

Un progetto che anno dopo anno continua a crescere e ad espandersi anche oltre i confini nazionali, non solo per il coinvolgimento di tanti piloti che sono disposti ad affrontare un lungo e oneroso viaggio per non perdersi questo appuntamento made in Italy, ma anche per le diverse realtà che stanno nascendo sulla scia dei DD: da quest’anno infatti anche in Francia si sono aperte le porte ai piloti disabili, con un trofeo dedicato promosso dal pilota paraplegico Stephane Paulus e dalla sua associazione Handi Free Riders (HFR).

Dopo la presenza di piloti dall’Oceania (Alan Kempster dall’Australia nel 2014 e Paul Garret dalla Nuova Zelanda nel 2015), quest’anno è la volta dell’America Latina: in rappresentanza della Colombia ci sarà Christian Felipe Rodriguez che grazie al sostegno di tanti amici e del manager di Jonny Hernandez, pilota colombiano della MotoGP, è riuscito ad organizzare questa lunga e difficile trasferta.

Ad attender Felipe al Mugello, una moto adattata appositamente per lui da SB Garage, una Suzuki 600 con freno anteriore, frizione e gas (rivolto però al contrario, ossia in senso orario) a sinistra.

Massiccia la presenza francese: il Team HFR schiera 6 piloti capitanati da Paulus, al loro esordio tra i cordoli toscani. Battesimo mugellano anche per il belga Snaken e per l’inglese Raynolds.

Il Team italiano DD si schiera con ben 20 piloti: 9 nella classe regina, 11 nelle 600. E c’è già molto fermento, perché la tappa è valida per il DD Bridgestone Cup, il campionato loro riservato, ed è l’ultimo appuntamento utile per agguantare più punti possibili e giocarsi il titolo. Nelle 1000 Daniele Barbero è saldamente al comando con un distacco di 14 punti sui diretti concorrenti, Emiliano Malagoli pilota dell’Althea BMW Racing Team e Fabio Tagliabue, vincitore dello scorso anno, entrambi a pari punteggio. Nelle 600 giochi ancora aperti per il bolognese Luca Guerzoni, new entry nel team che si è rivelato subito molto forte, e Giorgio Quintana che quest’anno ha fatto un grande salto di qualità: solo 4 punti li distanziano, sarà fondamentale per il leccese distaccare il diretto concorrente per ambire al primo gradino del podio. Lotta aperta anche per il terzo posto tra Giovanni Aranciofebo, Fabio Bitocchi e Corrado Caruso, distaccati di una manciata di punti tra loro.

Come sempre le classifiche finali verranno ricalcolate in base ai coefficienti di disabilità: per questo appuntamento internazionale, oltre ad Igor Confortin, CT della nazionale di Parasnowboard che segue oramai il progetto da 2 anni, ci sarà anche Jacopo Piccardi, classificatore internazionale, che sottoporrà a visita tutti i piloti per cercare di equilibrare il più possibile le prestazioni dei piloti in base al tipo di disabilità. Le classifiche finali verranno divise anche in 4 gruppi per ogni categoria: arti superiori, arti inferiori, paraplegici e altre disabilità.

Durante la 3 giorni sarà garantita un’assistenza speciale dai partner della Onlus: Bridgestone per le gomme, Ottobock e Ortopedia Michelotti per la regolazione delle protesi, Premier per i caschi, Leasys per i trasferimenti.

Nel corso del weekend faranno visita ai box dei DD i campionissimi e grandi amici della Onlus: il talentuoso rookie della SBK Lorenzo Savadori, pilota del Team Ioda Racing insieme ad Alex De Angelis, il “the voice” del Mugello Giovanni di Pillo, che sarà in cabina di commento, Dario Marchetti, direttore tecnico e responsabile istruttori della scuola guida Ducati DRE, Giancarlo Falappa, Gianluca Nannelli e tanti altri. Sarà possibile seguire alcuni momenti dell’evento con le dirette Facebook della pagina https://www.facebook.com/DiversamenteDisabili/

L’hashtag ufficiale dell’evento: #tuttialmugello #ddalmugello #dreamcup
 

Questi gli orari del weekend:
Sabato 27 agosto
- 1° turno di qualifica ore 13.30/13.50
- 2° turno di qualifica ore 18.06/18.26
Domenica 28 agosto
- ore 15.00 Partenza della gara.

Il Team DD mette le ali al Red Bull Ring

Grande successo in terra austriaca per i piloti DD Diversamente Disabili: al Red Bull Ring conquistano la prima piazza Barbero e Guerzoni rispettivamente nella classe 1000c. e 600cc. Ma gli organizzatori della manifestazione chiamano a podio il Team al completo che viene premiato da Dario Marchetti, per aver dimostrato, dal primo all’ultimo, che non ci sono limiti alla passione.

***

Per la prima volta la Onlus DD Diversamente Disabili ha voluto portare oltre i confini nazionali il DD Bridgestone Cup, il campionato riservato a piloti con disabilità. E l’esperienza si è rivelata un successo sotto tutti i punti di vista: agonistico in primis, in quanto i primi classificati hanno girato a solo 5 secondi di distacco dai top rider della categoria SBK del TNT Cup, il campionato europeo organizzato da GAP Promotion/KTM. E un successo in termini di spettacolo, perché tutti i DD hanno dimostrato agli oltre 200 piloti iscritti alla manifestazione e al pubblico presente che non ci sono limiti alla passione, al punto di spingere l’organizzatore a chiamare sul podio ufficiale del Red Bull Ring tutti questi ragazzi speciali per aver reso unico questo appuntamento.

Sedici gli iscritti per questo secondo appuntamento di campionato, comprese due wild card, lo spagnolo Alex Cruz per le 600cc. e il francese Xavielle Pillard per le 1000cc.

Già dalle prove del venerdì la competizione è entrata nel vivo: la pole di categoria se le sono aggiudicate i 2 piloti stranieri, Pillard nella classe regina con il tempo di 1.38,9 distaccato da solo un decimo da Daniele Barbero; e lo spagnolo Cruz nelle 600cc., che ha fatto registrare un ottimo 1.45,6 considerando che ha visto il tracciato solo nel primo turno di qualifiche, seguito dai leader di campionato, Luca Guerzoni e Giorgio Quintana.

E sempre il venerdì Emiliano Malagoli, fondatore della Onlus e pilota del Team Althea, supportato da tutti i DD in pit lane, ha corso nella classe SBK del campionato TNT portando a casa un ottimo 9° posto su oltre 40 iscritti, con un best di 1.56 sul bagnato.

Nonostante la rivalità in pista, quello che ha colpito tutti è stato l’affiatamento di tutto il gruppo una volta levato il casco: il clima di festa e di solidarietà ha portato tantissimi curiosi ai box dei DD per conoscere le loro storie e i loro adattamenti utilizzati sulle moto, increduli che si possa ritornare ad essere competitivi in pista nonostante una invalidità, spesso anche grave. E’ il caso dei due ragazzi paraplegici, Alex Tiozzo al suo esordio tra i cordoli ma con un gran talento in moto, e Omar Bortolacelli, scivolato 2 volte durante le qualifiche, che ha voluto ugualmente portare a termine la gara nonostante una frattura al pollice della mano riportata durante la caduta. E Luca Guerzoni, che neanche un anno fa perdeva il suo braccio destro in un incidente stradale e che in tempi record è tornato in moto competitivo come mai.

Il velocissimo tracciato del Red Bull Ring, che proprio questo weekend ospiterà per la prima volta la MotoGP, non solo non ha intimorito i piloti ma anzi, ne ha messo in evidenza il talento agevolando i cambi di direzione spesso molto impegnativi per chi ha una invalidità fisica. E le sfide in pista non sono mancate.

Al via della gara Barbero riesce a sorpassare alla prima curva il suo diretto rivale Pillard e mettersi al comando della corsa per tutti e 12 i giri della competizione. Dietro le loro spalle, sempre nelle 1000cc., grande bagarre per il terzo posto tra Giusti e Tagliabue, seguiti da Malagoli a pochi metri di distanza. Lo spagnolo Cruz riesce invece a distaccare i diretti rivali nelle 600cc., ma una rottura al cambio al 4°  giro lo costringe a poter utilizzare solo la terza marcia, facendosi rimontare sotto la bandiera a scacchi dai diretti inseguitori Quintana e Guerzoni, che non si sono risparmiati durante la gara con continui sorpassi, determinati a prendersi la leadership in campionato.

Sotto la bandiera a scacchi passano nell’ordine Barbero, Pillard, Tagliabue, Giusti, Malagoli, Bacci e Serena per le 1000cc. E Cruz, Guerzoni, Quintana, Castelli, Aranciofebo, Innocenti, Bitocchi, Caruso e Bortolacelli per le 600. Ma con l’applicazione dei coefficienti di disabilità, studiati per equilibrare la prestazione in base al tipo di invalidità come avviene per le paralimpiadi, entrambi i podi subiscono variazioni.

Vincitore assoluto della gara e nella classe regina si conferma il talentuoso Daniele Barbero, seguito da Xavier Pillard e da Emiliano Malagoli. Quarto posto per Fabio Tagliabue che gli vale però 16 punti in ottica di campionato, essendo Pillard una wild card.

Nelle 600 il primo gradino del podio va a Luca Guerzoni, seguito dallo spagnolo Alex Crux e dal siculo Giovanni Aranciofebo. Quarto posto per il leccese Giorgio Quintana, che anche in questo caso porta a casa 16 punti preziosi essendo Cruz una wild card.

A premiare questi piloti speciali il padrino e grande sostenitore della Onlus Dario Marchetti, impegnato anche lui al Red Bull Ring nella Superbike.

Si chiude con grande soddisfazione questa esperienza austriaca resa possibile grazie al contributo determinante di Bridgestone, Premier e Leasys: giusto qualche giorno di vacanza, e poi il Team DD sarà impegnato a difendere i colori italiani il 27/28 agosto al Mugello per la 3° edizione della “Dream World Bridgestone Cup”, la gara internazionale organizzata sempre dalla Onlus DD, che si presta ad accogliere più di 30 piloti provenienti da tutto il mondo oltre che tanti amici e testimonial della Onlus (in attesa di conferma Annalisa Minetti, Lucio Cecchinello, Giovanni Di Pillo, Lorenzo Savadori e Alex De Angelis, Marco Melandri, Michel Fabrizio e tanti altri ancora): un appuntamento imperdibile per i vari amanti di questo sport.

Bottino ghiotto per i piloti del Team DD alla “PMR Bridgestone Cup”

Tutti a podio i 4 piloti del Team DD Diversamente Disabili che hanno partecipato alla prima tappa francese della “PMR BRIDGESTONE CUP” il trofeo dedicato a piloti con mobilità ridotta che si è corso oggi sul circuito di Carole. Nella classe 1000cc vince Daniele Barbero mentre Emiliano Malagoli conquista la terza piazza. Nelle 600 un 2° e 3° posto per Giovanni Aranciofebo e Omar Bortolacelli, alla sua prima esperienza agonistica.

***

Un progetto nato nel 2013, che ora è diventato una bellissima realtà anche all’estero: è sicuramente questa la soddisfazione più grande per Emiliano Malagoli, presidente e fondatore della Onlus DD Diversamente Disabili che con la sua caparbietà e determinazione è riuscito a creare una nuova opportunità sportiva per i tantissimi ragazzi disabili appassionati delle due ruote: il motociclismo paralimpico.

Gare, corsi di guida, incontri sulla sicurezza stradale, patenti speciali: un percorso straordinario che in poco tempo ha permesso a tantissimi ragazzi di risalire in sella, non solo alla moto, ma anche alla vita.

E il weekend francese ha ulteriormente confermato la validità di questo progetto, piazzando a podio tutti e 4 i piloti italiani che non avevano mai visto il tracciato. Un risultato eccellente ottenuto grazie anche allo splendido lavoro del Team Mezzoforte e Stefano Pareschi che hanno offerto l’assistenza tecnico-logistica a tutto il Team.

Quattordici i partenti per questo primo appuntamento del PMR BRIDGESTONE CUP, il trofeo dedicato a piloti con mobilità ridotta organizzato dalla Handi Free Riders di Stephane Paulus e sostenuto dalla Federazione Francese e da Bridgestone: Italia, Francia e Belgio si sono sfidati tra i cordoli del circuito di Carole nelle classi 600 e 1000.

Nella classe regina a passare sotto la bandiera a scacchi per primo Daniele Barbero, un vero talento italiano che si è imposto sul francese Xavier Pillard e su Emiliano Malagoli, Presidente dei DD nonché pilota ufficiale dell’Althea BMW Racing Team. Purtroppo un contatto tra Barbero e Stephane Paulus nel giro di warm-up ha danneggiato il cambio di quest’ultimo che è stato costretto a rientrare ai box e partire dalla pit-lane a gara iniziata.

Nelle 600 Giovanni Aranciofebo ha condotto la gara sempre in testa, ma all’ultima curva è stato sorpassato dal francese Cedric Bleaud che ha conquistato così il gradino più alto del podio. Terza piazza, che vale come un primo posto, per Omar Bortolacelli, alla sua prima esperienza agonistica, che a causa del blocco delle licenze da parte della FMI per i piloti paraplegici ha dovuto affrontare un iter burocratico molto complicato e prendere licenza francese per partecipare alla competizione. 

Grande festa a podio, dove i piloti sono stati premiati direttamente da Jacques Bolle, Presidente della Federazione Francese che non è voluto mancare al primo appuntamento sportivo dedicato a questi piloti speciali.

Giusto il tempo di festeggiare e rientrare in patria, e poi i DD saranno impegnati il 30 giugno,1/2 e 3 luglio a Sondalo per il 40° Motoraduno Stelvio International dove esporranno le loro moto adattate; e il 7 luglio sul circuito Tazio Nuvolari di Pavia per i corsi di guida “Learn&Try”.

Bravi ragazzi!

Il Team DD sbarca in Francia per la prima della “PMR Bridgestone Cup”

Il 25 e 26 giugno parte ufficialmente anche in Francia la PMR Bridgestone Cup, il trofeo dedicato a piloti con mobilità ridotta organizzato dalla Handi Free Riders. A rappresentare l’Italia ben 4 piloti del Team DD: Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Diversamente Disabili, l’associazione che per prima nel mondo ha proposto gare riservate a piloti con disabilità, Daniele Barbero, Giovanni Aranciofebo e Omar Bortolacelli.

***

Un’idea nata da un pilota italiano per sfida, che ora è diventata una grande realtà, anche oltre i confini nazionali. Partirà questo weekend, 25 e 26 giugno, la PMR Cup (la sigla sta per “Pilote à mobilité réduite”), il trofeo francese riservato a piloti con disabilità che per il 2016 si svolgerà in 2 tappe sul circuito di Carole.

Dopo l’esperienza italiana nella Dream World Bridgestone Cup del 2015 sul circuito di Vallelunga, la gara internazionale proposta dalla Onlus DD, il pilota francese paraplegico Stephane Paulus, presidente dell’Associazione Handi Free Riders, ha voluto proporre questo appuntamento anche in Francia.

Quattordici i piloti al via sulla pista francese, di cui 4 in forze al Team DD: Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus DD Diversamente Disabili e pilota ufficiale dell’Althea BMW Racing Team di Genesio Bevilacqua; Daniele Barbero, vincitore della scorsa edizione della Dream World Bridgestone Cup; Giovanni Aranciofebo, che affronterà un viaggio lunghissimo pur di  partecipare a questa competizione (partirà infatti dalla Sicilia), e Omar Bortolacelli, new entry nel Team DD, pilota paraplegico, che riuscirà a prendere il via grazie alla collaborazione con la Federazione Francese con cui ha preso la licenza agonistica.

Di grande apprezzamento la partecipazione della Bridgestone anche per questa iniziativa francese, che dopo il coinvolgimento in Italia, si conferma un’azienda molto attenta all’utenza sportiva ma con un riguardo particolare al sociale.

L’appuntamento con le qualifiche è per sabato alle ore 10.05 e alle ore 13.55, mentre la gara sarà alle 14.00 di domenica 26 giugno.

Sulla pagina facebook della Onlus DD https://www.facebook.com/DiversamenteDisabili/ sarà possibile seguire i piloti per tutto il weekend di gara.

Un DD Bridgestone CUP ricco di imprevisti ma dalle forti emozioni

Solo 4 giri dei 10 previsti per questo primo appuntamento del DD Bridgestone Cup che si è svolto domenica 12 giugno sul circuito capitolino di Vallelunga: una bandiera rossa e la pioggia, che ha interrotto definitivamente la gara, non sono però bastate a rovinare lo spirito dei piloti Diversamente Disabili che nel weekend hanno dato dimostrazione di grande affiatamento e sportività. Vincono Barbero per le 1000cc. e Quintana per le 600cc.

***

Gara difficile questa di oggi sul circuito capitolino per i 17 piloti  del Team DD (la griglia più numerosa dell’intero weekend) impegnati per la prima tappa del DD Bridgestone Cup. A Vallelunga, in occasione del Trofeo “Città di Otricoli” organizzato dal Gentlemen’s Motor Club, è stato il tempo variabile a farla da padrone.

Questa mattina la pioggia a tratti, il forte vento e i nuvoloni che scorrevano sopra il circuito non facevano presagire nulla di buono. E con queste condizioni variabili non poteva mancare il toto-gomme, che ha spinto tutti i piloti a montare le rain. Ma poco prima di schierarsi in griglia, il circuito si è asciugato: una nuova corsa contro il tempo per cambiare nuovamente gomme e rimontare le intagliate o le slick e presentarsi puntuali in griglia.

Allo spegnimento del semaforo Barbero e Buriani sono partiti guadagnando un notevole distacco sugli altri già nelle prime fasi di gara, mentre più attardati Borgato e Guerzoni, partiti in ritardo alla rincorsa del gruppo per un problema alla moto.

Al secondo giro Buriani, in un tentativo di sorpasso ai danni di Barbero scivola; così come Ubaldini, dato come favorito nelle 600. Entrambi senza conseguenze fisiche.

La gara procede regolarmente per i primi 4 giri, quando viene data bandiera rossa per un high side di Guerzoni, intento a rimontare il tempo perduto in partenza. Il pilota viene trasportato in ospedale per ulteriori accertamenti, ma fortunatamente dimesso poco dopo. Nuova partenza quindi, in base ai tempi dell’ultimo giro.

I piloti non fanno in tempo a schierarsi, che inizia a piovigginare. La Direzione Gara dichiara pertanto gara bagnata, ma oramai i piloti sono tutti schierati con gomme da asciutto. Si decide pertanto di fare un warm up lap per verificare le condizioni della pista, dando libera scelta ai piloti di schierarsi in griglia per la nuova partenza oppure rientrare ai box perché troppo rischioso.

Una condizione simile avrebbe fatto gola a chiunque, una grossa opportunità per portare a casa più punti contando che qualcuno non si sarebbe schierato. Ma è proprio in questa fase che è uscito il vero animo di questo gruppo magnifico di piloti: senza accordi, senza “biscottoni”, senza malizia, uno dopo l’altro tutti i DD sono rientrati in corsia box, anche quelli che avrebbero avuto vantaggio a completare gli ultimi giri di gara, magari a passo d’uomo. Perché la gara o si fa tutti insieme, o altrimenti non ha senso.

Viene pertanto dichiarata chiusa la competizione con soli 4 giri effettuati, ma al loro rientro i DD vengono accolti alla stregua dei vincitori di una gara di MotoGP dai tanti piccoli tifosi del reparto oncologico del Gemelli/Bambin Gesù che grazie alle Associazioni AGOP e Peter Pan sono venuti a trascorrere un weekend di mototerapia ai loro box.

Le classifiche vengono fatte in base all’ultimo passaggio completo effettuato sotto il traguardo, ma i coefficienti di disabilità, applicati come per le paralimpiadi per questa tipologia di gara, cambiano i risultati finali: nella classe 1000 Letizia Marchetti premia il vincitore Daniele Barbero, seguito dall’attuale campione in carica Fabio Tagliabue ed Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus DD e pilota Althea. Nelle 600 è invece il giovane leccese Giorgio Quintana a salire sul gradino più alto del podio premiato dal pilota del mondiale Supersport Davide Stirpe; al secondo posto, nonostante la scivolata, la new entry Luca Guerzoni, terzo gradino per il romano Fabio Bitocchi.

Si conclude così la prima tappa di stagione del DD Bridgestone Cup, un trofeo in continua crescita grazie al supporto fondamentale di Bridgestone Italia, di Premier Helmets (che ha fornito i caschi per l’intero Team oltre che l’assistenza per i piloti durante il Trofeo)  e di Leasys, aziende che credono nel valore sportivo e sociale di questo progetto made in Italy, che ha fatto da apripista per realtà simili anche all’estero: a fine giugno si svolgeranno per la prima volta anche in Francia due gare riservate ai soli piloti disabili, promosse dalla Federazione Francese, dove parteciperanno alcuni piloti del Team DD.

Al via il 12 giugno la prima gara di stagione!

AL VIA LA PRIMA GARA DI STAGIONE DEL DD BRIDGESTONE CUP

La 3° edizione della DD Bridgestone Cup, il campionato riservato a piloti con disabilità, partirà ufficialmente questo weekend sul circuito romano di Vallelunga. Diciassette i piloti al via, con tante new entry in entrambe le categorie ammesse, 600 e 1000cc. Tifosi d’eccezione i bambini del reparto oncologico del Bambin Gesù che grazie all’Associazione AGOP trascorreranno un weekend nei box dei DD.

*******

Una preparazione durata mesi quella dei veterani DD: sui loro profili facebook più volte li abbiamo visti allenarsi in palestra o in bici, collaudare nuovi sistemi di protesi, aggiungere migliorie tecniche alle proprie moto. E per chi ha problemi agli arti superiori, è sicuramente il blipper l’accessorio più in voga dell’ultimo periodo sui loro mezzi, che consente di non utilizzare la frizione in scalata.

Mentre per le new entry DD tante le emozioni in poche settimane: dai corsi di guida “Learn&Try” organizzati dalla Onlus DD, alla ricerca della moto ideale, agli allenamenti. Giorno e notte per cercare di imparare rapidamente come funziona questo bellissimo mondo che sono le corse.

Ma tutti con un unico obiettivo: arrivare preparati al primo appuntamento del DD Bridgestone Cup, il campionato riservato a piloti con disabilità giunto alla sua 3° edizione grazie al contributo fondamentale di Bridgestone e Premier, che inizierà questo weekend sul tracciato di Vallelunga. Grande equilibrio all’interno dell’unica griglia DD che ospiterà 600cc e 1000cc insieme: al via ci saranno 9 piloti nella top class, 8 nella cilindrata inferiore.

Purtroppo non è stato possibile ammettere un altro pilota DD, Omar Bortolacelli, paraplegico, perché, per piloti con questa disabilità, la normativa FMI ha stabilito che può essere rilasciata la sola licenza One Event per le gare riservate ai disabili, che quindi non copre le giornate di prove libere per allenamento. Ci auguriamo quanto prima che il provvedimento, emanato per garantire la sicurezza durante le fasi di partenza, possa essere rivisto per consentire anche a loro di allenarsi in circuito ed essere così in grado di partecipare a una competizione

Ad assistere alla gara, ospitata all’interno del 7° Trofeo Citta di Otricoli organizzato dal Gentlemen’s Motor Club, ci saranno anche dei tifosi speciali: grazie alla collaborazione con AGOP (Associazione Genitori Oncologia Pediatrica Onlus), una quindicina di bambini potranno vivere le emozioni delle due ruote direttamente dai box dei DD. Una giornata speciale per tutti, l’occasione per vivere un weekend spensierato e di forti emozioni, lasciando a casa per una volta le difficoltà di tutti i giorni.

Saranno presenti anche i testimonial della Onlus Davide Stirpe e Fabio Massei, rispettivamente piloti del mondiale Supersport e Superstock 1000, e Genesio Bevilaqua, General Manager dell’Althea BMW Racing Team che quest’anno ha affidato una BMW S1000RR ufficiale proprio a Malagoli, Presidente dei DD.

L’appuntamento è per sabato 11 e domenica 12 giugno ai box 8 e 9. Sarà possibile seguire alcuni momenti del weekend (sabato sera e la gara) con la diretta di Facebook attraverso la pagina https://www.facebook.com/DiversamenteDisabili.

Questo il programma degli appuntamenti in pista dei DD:

SABATO 11 GIUGNO:
Prove Libere: Ore 09.50/10.10 e Ore 11.30/11.50
Prove Ufficiali: Ore 15.45/16.05 e Ore 18.20/18.40

DOMENICA 12 GIUGNO
Warm Up Ore 10.30/10.40
Gara Ore 12.30

Nuova puntata di Never Give Up!

Ritorna mercoledì 8 giugno un nuovo appuntamento con Never Give Up!
Alle ore 19.50 (su AutomotoTV, canale 148 di Sky), tutti collegati alla TV!

In studio Chiara Valentini e Annalisa Minetti - di fresco rientro dalle prime tappe del suo nuovo Tour - in compagnia di 2 ospiti speciali, che dal 10 al 16 giugno si sfideranno a Grosseto per gli Europei Paralimpici di atletica leggera, ultimo ostacolo per avere accesso alle paralimpiadi di Rio 2016: Andrea Lanfri e Simone Manigrasso, entrambi astri nascenti di questa disciplina.
Una vita fatta di sfide la loro, ma anche di cadute. Ma come diciamo sempre, l'importante è rialzarsi e andare avanti, come prima, meglio di prima. E loro due sono la dimostrazione vivente che la vita è davvero sorprendente.

Vi aspettiamo domani sera per condividere con voi le loro storie!

Qui le repliche che potrete vedere giornalmente:

Giovedì ore 20.30
Venerdì ore 17.30
Sabato ore 19.30
Domenica ore 03.30
Lunedì ore 14.00
Martedì ore 09.00
Mercoledì ore 19.50

Giovedì 26 maggio DD/FIMPAR al FORUM PA 2016!

Giovedì 26 maggio DD Diversamente Disabili e FIMPAR - Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico ospiti al Forum PA 2016 per il Seminario organizzato dal Centro Protesi Inail "SPORT E DISABILITA':SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER PROTESI E AUSILI".
Un altro traguardo importante per l'affermazione di questa nuova disciplina per gli appassionati DD delle 2 ruote, un grandissimo riconoscimento per il lavoro che stiamo portando avanti! Grazie a tutti!

I prossimi appuntamenti dei DD!

Cari amici, 

vi segnaliamo i nostri prossimi appuntamenti dove potete trovarci.

- 18/21 maggio, Exposanità (Bologna). Alcuni di noi saranno presenti alla fiera di settore più importante dell'anno.

Venerdì 20 Emiliano Malagoli sarà a vostra disposizione per dare tutte le informazioni sulle attività dei DD, allo stand del Centro Protesi INAIL Budrio (Padiglione 22/Stand B60) con la moto multiadattata usata per gli esami della Patente AS.

Venerdì 20 e Sabato 21 Nicola Dutto sarà allo stand del nostro partner Handytech (Padiglione 19/Stand B10) per dare informazioni su tutti gli adattamenti delle moto. La sua moto adattata sarà in esposizione allo stand per tutto il periodo della fiera.

- 22 maggio (Trivolzo, Pavia): saremo ospiti dell'evento "Hobby Sport FMI & Demo Ride Day", una giornata organizzata dal Motoclub Ticino per far provare gratuitamente l'abbigliamento tecnico e i nuovi modelli di gamma di alcune case (BMW, Suzuki, Kawasaki, Honda, Guzzi, Benelli, Moto Morini).

- 26 maggio (Palazzo dei Congressi, Roma): DD Diversamente Disabili e FIMPAR - Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico ospiti all'importante Forum PA 2016 per il Seminario organizzato dal Centro Protesi Inail "SPORT E DISABILITA':SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER PROTESI E AUSILI".

- Sabato 28 e domenica 29 maggio (La Spezia): BBK DAYS, un motoincontro per far conoscere ai ragazzi disabili le due ruote.  Il ricavato sarà devoluto in beneficenza per acquisto di materiali per il Centro per l'autismo e la neuropsichiatria infantile della ASL 5 Spezzina. DD sarà presente per fornire informazioni per chi ha una disabilità e vuole risalire in sella.

- Dal 10 al 12 giugno (Vallelunga, Campagnano di Roma) (*): 1° appuntamento di stagione per il DD Bridgestone Cup, il Trofeo nazionale organizzato dalla nostra Onlus riservato a piloti disabili. Nel weekend, verranno alcuni bambini del reparto di oncologia dell'Ospedale Bambin Gesù di Roma per vivere un weekend di sport e sfide accanto ai piloti DD

- 18/19 giugno (Misano Adriatico): una delegazione dei DD sarà presente alla tappa italiana del Mondiale Superbike

- 30 giugno, 1, 2 e 3 luglio (Stelvio): saremo al Motoraduno Internazionale dello Stelvio, con uno stand informativo e le nostre moto adattate in esposizione.

- luglio: data da definire (Tazio Nuvolari, Pavia): saremo nuovamente al circuito Tazio Nuvolari di Pavia per il 3° appuntamento con i corsi di guida da noi organizzati "Learn & Try", dedicati a ragazzi disabili a cui forniremo moto adattate e abbigliamento tecnico. Per info: corsi@diversamentedisabili.it

- luglio: data da definire (Roma): altra sessione di corsi ed esami per l'ottenimento delle Patenti AS. Per info e iscrizioni: patentias@gmail.com

- 5/6 agosto (Red Bull Ring, Austria)  (*): il 3° appuntamento con la Dream World Bridgestone Cup, la gara internazionale riservata a piloti disabili di nostra ideazione. Attendiamo piloti da Finlandia, Francia, Inghilterra, Nuova Zelanda, Colombia e Australia. Per info e iscrizioni: dreamcup@diversamentedisabili.it

- dal 26 al 28 agosto (Mugello) (*): il 2° appuntamento nazionale di stagione per il DD Bridgestone Cup, il Trofeo organizzato dalla nostra Onlus riservato a piloti disabili.

 
Infine, gli appuntamenti con Never Give Up, il programma ideato e condotto da noi in onda su AutomotoTV (canale 148 di Sky) o in streaming su automototv.it (stessi orari) per parlare di due ruote e disabilità. Questa la programmazione settimanale:

Mercoledì ore 20.00
Giovedì  ore 20.30
Venerdì ore 17.30
Sabato ore 19.30
Domenica ore 03.30
Lunedì ore 14.00
Martedì ore 09.00

Un nuovo canale tutto per voi!

Carissimi amici, abbiamo aperto un nuovo canale qui sul nostro sito!

In "TV" potrete infatti trovare le repliche delle puntate di "Never Give Up", il format televisivo in onda su Automototv (canale 148 di Sky), ideato e condotto interamente da noi per parlare di sport, disabilità e due ruote!

Tanti ospiti speciali, per ogni puntata un approfondimento diverso. Buona visione!

Dona il tuo 5x1000 a DD!

Un piccolo gesto, un grande aiuto per noi!

Siamo nel periodo delle dichiarazione dei redditi, e puoi indicare Di.Di. Diversamente Disabili come beneficiario del tuo 5 x 1000

Nello spazio dedicato al sostegno del volontariato, basterà inserire il nostro Codice Fiscale 92055310467

Non costa nulla, ma per noi è un contributo fondamentale per portare avanti tutte le nostre attività dedicate ai ragazzi disabili.

Ci dai una mano anche tu?? Grazie mille in anticipo!!

DD Day: ti portiamo in moto con noi!

Hai una disabilità? Ti portiamo in moto con noi!

Il DD Day, giunta alla 2° edizione, è la giornata di solidarietà organizzata dalla Onlus DD in collaborazione con il Motoclub Scoordinati per dare ai ragazzi disabili la possibilità di provare gratuitamente l'ebrezza della velocità e della pista!

Il 28 marzo, lunedì di pasquetta, all'Autodromo di Vallelunga ci sarà una grande festa!

Cosa aspetti? Leggi il programma della giorna e iscriviti subito!

Ti aspettiamo!

"Never Give Up", il nuovo format made DD, ora in onda su AutomotoTV!

Un altro bel traguardo per i DD!

A partire da mercoledì 16 marzo, andrà in onda sul grande schermo "Never Give Up", un nuovo format televisivo ideato da noi!

Never Give Up”, ossia “mai mollare”, nello sport come nella vita, ed è il motto della nostra Onlus che ha proposto per la prima volta in Italia una nuova realtà dedicata al binomio due ruote/disabilità.

Il programma è studiato per offrire informazioni, idee, soluzioni a chi vuole tornare a guidare in moto per semplice passione o per facilitare i propri spostamenti. Le due ruote diventano un mezzo per un recupero della mobilità personale, ma anche di reintegro sociale ed emotivo.

Un percorso psicologicamente e logisticamente non sempre facile, che in Italia fino ad ora non è mai stato affrontato: un approfondimento tra sport, gare, corsi di guida, patenti speciali, adattamenti, normative per tornare a inseguire i propri sogni.

In studio, Annalisa Minetti e Chiara Valentini vi faranno conoscere esperienze di vita e di sport che la passione ha trasformato in storie speciali.

"Never Give Up", prodotto da A&M Media Division e in onda su AutomotoTV (canale 148 di Sky) e in streaming su www.automototv.it, vi accompagnerà ogni 2 settimane con nuove puntate e tantissime repliche!

Se volete seguire tutti gli aggiornamenti, ecco la pagina FB del programma: https://www.facebook.com/nevergiveuptv/

Vi aspettiamo in TV e...scriveteci!!!

 

"Learn and Try": ad aprile i corsi di guida

Sold Out la prima data dei Corsi di Guida "Learn & Try" dell'8 aprile.

Stiamo programmando un'altra giornata di corso per maggio sempre al Tazio Nuvolari, a breve vi daremo tutte le informazioni. Se siete interessati scrivete a corsi@diversamentedisabili.it

Per iniziare bene l'anno...il video della Dream World Bridgestone Cup!

Ci abbiamo messo un pò ma finalmente....è online il video della 2° edizione della Dream World Bridgestone Cup, la gara internazionale riservata a piloti disabili che si è disputata il 7 giugno 2015 all'autodromo di Vallelunga!

Un successo strabiliante che ha conquistato non solo il pubblico accorso ad assistere all’unica gara al mondo per piloti disabili, ma anche gli addetti ai lavori che sono rimasti colpiti dalla grinta e dal coraggio di questi ragazzi speciali. Numerose le presenze dall'estero:  il Team “Pirates of MRH45” composto dai francesi Arnauld Guignebert su Honda CB500, Benjamin Saglio su Ducati Hypermotard 1100 e Marc Bisancon su Yamaha R6, e il campionissimo Sthepane Paulus con la sua Suzuki GSX R 1000. Dalla Nuova Zelanda Paul Garret su Triumph Daytona 675 e infine Talan Skeels – Piggins dall’Inghilterra con la sua Suzuki GSXR 600.

Un evento straordinario...in attesa dell'edizione 2016 godetevi questo VIDEO!

Corsi 2016 per Patente A Speciale

Iniziano a marzo i primi corsi 2016 per l'ottenimento della Patente A Speciale. Ultimi posti disponibili, per info e prenotazioni: patentias@gmail.com

EMILIANO MALAGOLI SUPPORTATO DA ALTHEA RACING PER LA STAGIONE 2016

Il Presidente della Di.Di. Emiliano Malagoli riceve la completa fiducia del Team Althea Racing che gli garantirà un supporto ufficiale per la stagione agonistica 2016: una BMW S1000RR in configurazione Superstock per gareggiare in Italia e in Europa.

Il cast di questa storia è composto da un manager di grandi vedute (Genesio Bevilacqua ) a capo di un Team di successo (Althea Racing, campione del mondo nel 2011) che “ingaggia” ufficialmente per la stagione 2016 un pilota bionico (Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili): non è la trama di un nuovo film di fantascienza in uscita nelle sale cinematografiche americane, bensì una solida realtà italiana dei giorni nostri.

Bevilacqua, che ha da poco ufficializzato per il 2016 la collaborazione di Althea Racing con BMW Motorrad Motorsport nel Mondiale Superbike e FIM Superstock 1000, è noto nell’ambiente per la sua smodata passione per i motori che gli ha permesso, mattone dopo mattone (o mattonella dopo mattonella visto che il marchio Althea si occupa di ceramiche), di arrivare ai vertici di questo sport e della propria avventura imprenditoriale.

Il manager ha ritrovato questa stessa passione nell’ambizioso progetto della Onlus Di.Di. fondata dal toscano Malagoli e Chiara Valentini che ha come mission la volontà di aiutare i ragazzi disabili a tornare in moto: Bevilacqua ha offerto sin dall’inizio il proprio supporto a questo gruppo di piloti “bionici”. E grazie ai traguardi sempre più concreti raggiunti dai Di.Di. in questi anni (in occasione di EICMA hanno presentato la FIMPAR – Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico), la compagine di Civita Castellana ha deciso di aumentare il proprio impegno e offrire un trattamento da “ufficiale” al pilota toscano, fornendo una BMW S1000RR con la stessa configurazione che sarà utilizzata nel campionato del mondo Superstock 1000.

La collaborazione di Althea Racing andrà oltre la semplice fornitura della moto, poiché la struttura del Team sarà presente a supporto di Emiliano in alcune tappe del calendario sportivo Di.Di. 2016.

Sono ancora incredulo”, le prime parole cariche di soddisfazione e gratitudine di Malagoli. “Sono onorato di aver ricevuto questa fantastica opportunità da Genesio e Althea Racing, un Team ai vertici del campionato mondiale che oggi ha scelto di affiancare ufficialmente Di.Di. attraverso me. E’ una grande responsabilità portare i colori di Althea e BMW Motorsport Motorrad, ma anche l’ennesima dimostrazione che, con impegno e passione, si possono raggiungere traguardi impensabili, anche da disabili. Spero che questa iniziativa apra la strada a nuove opportunità e sia di stimolo per tutti gli appassionati di questo sport a credere nel proprio sogno”.

Altrettanta soddisfazione da parte del manager Bevilacqua, da poco rientrato dai test di Jerez: “Considero Emiliano come un pilota qualsiasi, a prescindere dalla sua invalidità. In questi anni di collaborazione abbiamo avuto modo di apprezzare tutta la passione che mette in Di.Di. e che ci ha colpito molto. Purtroppo non siamo presenti quanto vorremmo agli eventi che organizza, ma vogliamo far sentire il nostro supporto facendo diventare il Team Althea un punto di riferimento. Per lui, per far accrescere la sua esperienza agonistica, ma anche per gli altri, coinvolgendo sempre più persone in questo progetto sportivo di altissimo valore umano, che non riguarda solo noi “addetti ai lavori”.

Mi auguro che altri possano seguire il nostro esempio e offrire il proprio sostegno, qualsiasi esso sia. Noi ci impegneremo affinché la Onlus, la FIMPAR e tutte le attività ad esse collegate possano diventare delle realtà sempre più conosciute, anche all’estero, dove tra l’altro hanno già un seguito importante”.

Dopo Automobile Club Roma, Centro di Guida Sicura Aci-Sara di Vallelunga, Bridgestone e Premier si unisce a Di.Di. un’altra partnership ufficiale.

Il 14 dicembre il Team Althea al completo sarà presente a Vallelunga per gli ultimi test dell’anno. Emiliano dovrà aspettare ancora qualche settimana prima di potersi cucire addosso la sua moto, ma già nella giornata del 30 novembre, sempre a Vallelunga, c’è stata una prima presa di contatto con la BMW S1000RR.

Jeeg Robot d'acciaio

"Questo film lo dedichiamo ai folli, agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Costoro non amano le regole, specie i regolamenti, e non hanno alcun rispetto per lo status quo.

Potete citarli, essere in disaccordo con loro, potete glorificarli o denigrarli, ma l'unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perché riescono a cambiare le cose, perché fanno progredire l'umanità.

E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, noi ne vediamo il genio. Perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero".

Grazie ad Ability Channel, qui il servizio completo:

http://www.abilitychannel.tv/video/emiliano-malagoli-il-jeeg-robot-dacciaio/

Comunicato Stampa, 18 novembre 2015

Presentata oggi in EICMA la “FIMPAR – Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico” e i programmi 2016 della Onlus Di.Di. Diversamente Disabili

Nella conferenza stampa di oggi, mercoledì 18 novembre, presso lo stand di Bridgestone Italia, il Presidente della Onlus Di.Di. Emiliano Malagoli ha annunciato importanti progetti che animeranno il futuro dell’Associazione.

Le ambizioni dei Di.Di., che registra un costante aumento del movimento di ragazzi disabili appassionati alle due ruote, sono sempre più elevate e un emozionato Malagoli  ha annunciato numerose novità alla presenza di amici e testimonial, potendo contare anche sulla presenza della madrina dell’associazione Annalisa Minetti.

L’inconfondibile voce di Giovanni di Pillo ha aperto la conferenza salutando i tanti ospiti presenti, da Lucio Cecchinello, Dario Marchetti, ed ai piloti Niccolò Canepa e un convalescente Alex De Angelis, che non ha voluto rinunciare a questo importante appuntamento.

Anche Beppe Convertini, conduttore-attore e grande amico della Minetti, impegnato in numerose campagne sociali, è voluto entrare in contatto con una nuova realtà sempre più riconosciuta anche nel mondo dello spettacolo.

La grande novità per il 2016 è stata anticipata al pubblico e alla stampa con un video (disponibile qui sotto) che ha raccontato in pochi minuti la nascita e la crescita del progetto Di.Di. nei suoi tre anni di attività, culminati nell’ultima importante pagina della sua storia: la costituzione della “FIMPAR – Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico” a cui Luca Pancalli, Presidente del CIP-Comitato Italiano Paralimpico, ha dato il benvenuto con un videomessaggio trasmesso in conferenza di cui riportiamo un estratto: “È con grande piacere che saluto la nascita della Federazione Italiana Motociclismo Paralimpico  perché si unisce, al grande pianeta dello sport paralimpico, una opportunità in più. E’ evidente che si spostano sempre più avanti i limiti e le frontiere oggi inesplorate  di ciò che un ragazzo o una ragazza disabile possono fare nella dimensione sportiva. L’importante è che ciò avvenga in assoluta sicurezza ed è per questo che io sarò ben lieto come Comitato Italiano Paralimpico, in accordo con la Federazione che oggi nasce ma soprattutto con la Federazione Motociclistica Italiana, di aprire un tavolo affinché  vengano sviscerati tutti gli aspetti legati alla sicurezza dell’attività”.

Tante, tantissime le congratulazioni anche dal mondo dello sport e della televisione che sono arrivate attraverso dei videomessaggi trasmessi durante la conferenza: da Giancarlo Leone, Direttore di Rai 1, a Giusy Versace, atleta paralimpica e presentatrice della “Domenica Sportiva”, a Marcello Cirillo, cantante e presentatore de “I fatti vostri” su Rai 2, a Manuela Olivieri Mennea, moglie dell’indimenticato Pietro, a Fabrizio Macchi, ciclista paralimpico.

Dopo aver ricevuto il benvenuto nel mondo Paralimpico, Emiliano Malagoli ha preso la parola, manifestando tutta la propria determinazione nel portare avanti questo nuovo progetto. “La collaborazione ricevuta da FMI-Federazione Motociclistica Italiana ha permesso a Di.Di. in questi anni di poter svolgere attività agonistica e sportiva sotto l’egida della stesa FMI” ha detto Malagoli “le particolarissime esigenze dei piloti disabili, in primis quelle relative alla loro sicurezza, hanno reso necessario la creazione di un nuovo soggetto che abbia una specificità tale da poterli rappresentare nelle sedi competenti. Determinante per questo prestigioso traguardo anche il contributo apportato dall'Automobile Club Roma: siamo onorati della loro presenza all'interno della FIMPAR: il loro supporto è determinante per il progetto Patenti AS, grazie al quale abbiamo rilasciato in poco meno di un anno ben 15 patenti. La volontà di FIMPAR è quella di dare una possibilità a quelle centinaia di disabili appassionati delle due ruote e salvaguardare un principio cardine della nostra costituzione, ovvero l'uguaglianza dei diritti. E’ proprio questa la ragione che aspiriamo ad ottenere un riconoscimento ai fini sportivi da parte del  CIP  e siamo assolutamente certi della volontà delle istituzioni di lavorare congiuntamente a noi per arrivare a colmare un vuoto giuridico che riguarda il binomio disabili/due ruote. ”.

Sono stati poi presentati gli altri progetti 2016, che vedono l’avvio di nuovi corsi di guida in collaborazione con il circuito Tazio Nuvolari di Cervesina (PV). Sono già tre gli appuntamenti in calendario in cui i ragazzi disabili potranno usufruire delle moto adattate della Scuola per imparare i primi rudimenti o migliorare le proprie prestazioni in pista. In base al tipo di disabilità, a seguirli saranno gli stessi piloti Di.Di. che corrono da tempo nei campionati nazionali e che hanno acquisito grande esperienza di adattamenti dei mezzi e delle protesi per guidare al meglio e in sicurezza.

I corsi vedranno la partecipazione di un istruttore d’eccezione. Nicola Dutto, pilota paraplegico professionista che quest’anno ha conquistato il 4° posto assoluto nella  Coppa del mondo Baja, curerà personalmente i ragazzi paraplegici interessati a risalire in sella: una Honda NC 700 e un KTM Superduke 990 adattate con un sistema di rotelle posteriori garantiranno la piena sicurezza degli allievi.

Il programma del 2016 si arricchisce poi con la presentazione di Annalisa Minetti di “Never Give Up, un format televisivo studiato per offrire informazioni, idee e soluzioni a chi ha una disabilità e vuole tornare a guidare in moto per semplice passione o per facilitare i propri spostamenti. Il nuovo format prevede approfondimenti dedicati ai disabili tra sport, gare, corsi di guida, patenti speciali, adattamenti, normative per tornare a inseguire i propri sogni. Il programma, prodotto da A&M Media Division, interamente ideato e condotto dalla Minetti e da Chiara Valentini, segretario della Onlus, si svilupperà in 20 puntate e verrà ospitato su AutomotoTV, canale 148 della piattaforma SKY.

Il 2016 si appresta quindi ad essere un’altra stagione intensa, ricca di attività ed emozioni, per questa Onlus che del “Never Give Up” ha fatto il suo motto.

Siglato il Protocollo d'Intesa tra Aci Roma e la Onlus Di.Di.

Roma, 27 gennaio 2015 – Annunciato i giorni scorsi con l’avvio dei primi corsi di guida nella capitale per il conseguimento delle Patenti Speciali per la moto (AS), è stato siglato oggi, nella sede di Aci Roma, il Protocollo d’Intesa tra la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili e l'Automobile Club Roma per favorire il recupero della mobilità dei disabili attraverso il conseguimento della Patente A Speciale e ribadire che la mobilità sostenibile e le pari opportunità sono temi al centro dei propri programmi.

Un altro traguardo importante per la Onlus, che vede così riconosciuto il suo impegno non solo nello sport (è la prima e unica organizzazione in Italia che ha creato un campionato motociclistico di velocità riservato a ragazzi portatori di handicap) ma anche nel sociale.

Abbiamo appena festeggiato i due anni di nascita della nostra Associazione, e se guardo indietro a quante cose abbiamo realizzato in così poco tempo, faccio fatica a crederci” dice Emiliano Malagoli, Presidente della Di.Di. “Siamo stati i primi al mondo ad aver organizzato una gara internazionale composta unicamente da piloti disabili, i primi in Italia a fondare una Scuola Guida con moto e scooter adattati per le diverse esigenze motorie. E ora, grazie alla collaborazione con Aci Roma e con il Centro di Guida Sicura Aci Vallelunga, abbiamo creato il primo centro specializzato per il rilascio delle Patenti A Speciali. Siamo orgogliosi degli obiettivi raggiunti, ma la strada è ancora lunga”.

Il Progetto Patenti AS si avvale anche della preziosa collaborazione con partner di rilievo quali Handytech, azienda specializzata nell'allestimento di veicoli a due/quattro ruote, che ha adattato i motoveicoli della Scuola Di.Di.; Honda Italia, che ha messo a disposizione della Scuola Di.Di. alcuni mezzi a due ruote tra cui la nuovissima Honda NC750S DTC, dotata dell’innovativo cambio a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) e Premier Helmet, per la fornitura di caschi integrali agli allievi della Scuola.

Con queste aziende sarà possibile anche usufruire di convenzioni per l’acquisto dei loro prodotti.

Infine, i soci della Onlus che vorranno conseguire le patenti speciali, potranno avvalersi dei servizi di scuola guida a un prezzo vantaggioso.

Stretta di mano tra Paolo Riccobono, Responsabile Marketing Aci Roma (a sx), e Emiliano Malagoli, Presidente Onlus Di.Di. (a dx)

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Diversamente Disabili - C.F. 92055310467 - diversamentedisabili@gmail.com